Btp€i, Btp Italia e Cct: investimenti sicuri per proteggere capitale da inflazione 2012

Su cosa puntare per investire in maniera sicura: i consigli



Per mettere al riparo il proprio denaro e puntare su investimenti sicuri, secondo un’analisi di Corriereconomia, avere in portafoglio una certa quantità di titoli indicizzati non sarebbe una cattiva idea, perché i prezzi sono interessanti e il tasso variabile oggi in un mix diversificato è una sorta di polizza assicurativa.

Particolare interesse suscitano in questo momento il Btp€I 26 marzo 2016, dove I sta per Inflazione italiana (con l’esclusione del tabacco), che continuerà a riscuotere interesse, garantendo scambi e liquidità (cioè possibilità di venderlo senza fatica prima della scadenza) sia per le famiglie, che però in questo caso perdono il premio fedeltà, sia per gli investitori istituzionali; e i Bot, soprattutto quelli di lunga durata, che sembrano poter essere diretti concorrenti del Btp Italia.

Anche se le loro quotazioni sono sensibilmente salite rispetto a novembre scorso e ad inizio anno, i rendimenti in area euro sembrano essere destinati a diminuire ancora.

Ma occorre prestare sempre attenzione, perché nel momento in cui si vedranno segnali di inflazione anche in area euro, i Btp tradizionali con durata medio lunga andrebbero immediatamente ceduti, perché i loro prezzi di mercato scenderebbero e la difesa del capitale svanirebbe. Meno interesse suscitano, invece, i Cct che in questo momento non sembrano vantare la capacità di difendere il capitale dall’incremento del costo della vita italiano.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il