BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui Inpdap 2012: fondi disponibili per dipendenti pubblici. Lista regioni

Nuovi fondi mutui Inpdap: chi può fare domanda



L'Inpdap ha reso noto i budget relativi al 2012 per la concessione di mutui ipotecari edilizi, disponibili per l’acquisto della prima casa agli iscritti alla gestione. L’indicazione indica sia il budget annuo concesso sia la relativa quota quadrimestrale.

L’importo totale stanziato è di 500.000.000 euro su base nazionale, ripartiti tra tutte le varie direzioni regionali dell’ente e Lazio e Lombardia hanno i budget più elevati, mentre fanalini di coda sono Trento e Bolzano.

Le abitazioni per le quali può essere erogato il mutuo devono essere ubicate sul territorio italiano e non devono avere le caratteristiche di abitazione di lusso, così come definite dal Decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 agosto 1969 e successive modificazioni ed integrazioni.

Possono accedere alla prestazione gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, in attività di servizio o pensionati, che vantino un'anzianità di iscrizione e contribuzione alla predetta Gestione non inferiore a tre anni, eventualmente comprensiva di periodi di servizio a tempo determinato.

Per quanto concerne la concessione, si ricorda che le domande vengono accolte tutte, fino ad esaurimento dei budget stanziati, ed erogati sulla base di apposite graduatorie stilate ogni quadrimestre, dalle varie direzioni provinciali e/o regionali referenti. Dopo Lombardia e Lazio, i budget più alti saranno destinati a Emilia Romagna, Sicilia, Campania, Molise, Piemonte, Val D’Aosta, Puglia, Basilicata, Veneto, Toscana, Abruzzo, Marche, Friuli Venezia Giulia, Calabria, Umbria, Bolzano, Trento. 
 
Autore:

Marcello Tansini

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il