BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Assicurazioni rc auto 2012: preventivi obbligatori ma con diversi problemi e dubbi

Preventivi diversi obbligatori: ma quanto serviranno per stimolare la concorrenza?



Premio unico Rc auto per tutti i guidatori della classe migliore, sconti con l’installazione della scatola nera, nuove tariffe e preventivi obbligatori: queste le novità principali previste dal decreto liberalizzazioni in materia di rc auto.

La novità principale riguarda la distorsione del rachide cervicale dovuto al colpo di frusta, in seguito a tamponamento: queste lesioni lievi, fino a ieri, venivano rimborsate sulla base dei sintomi, dal dolore al risarcimento, una strategia per i furbetti del colpo di frusta, perchè l’industria della truffa inventava incidenti di sana pianta, con conseguenti colpi di frusta mai verificatisi.

Risultati: rimborsi fasulli e costi per le Assicurazioni, che si rifacevano poi sui cittadini aumentando le tariffe Rca. Oggi con il nuovo dl liberalizzazioni, il rimborso avviene solo se la lesione viene certificata da radiografia. Solo con documento in mano, scatterebbe il rimborso.

Altra novità in arrivo per gli automobilisti virtuosi che otterranno una riduzione automatica del premio sull'Rc auto, nella misura relativa alla propria classe di appartenenza, come indicata nel contratto, mentre per i non virtuosi scatterà una sanzione amministrativa.

Arrivano poi la tariffa unica per chi è in prima classe di merito, a prescindere dalla residenza, senza alcuna differenza fra Nord e Sud; e i tre preventivi Rc auto che gli agenti dovranno proporre ai clienti. In realtà i preventivi si possono ottenere anche facendoli da soli tramite il web e scegliere poi quello che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Tra i siti cui rivolgersi c’è per esempio assicurazione.it, facile.it, cercasiassicurazioni.it, chiarezza.it, e per ottenere facili e convenienti preventivi per assicurazioni rc auto ci si può rivolgere anche al sito dell’Isvap, www.isvap.it, accessibile gratuitamente e che mette a confronto solo i premi delle polizze.

Nonostante l'obbligo, per assicuratori e operatori del credito, di fornire più preventivi di società diverse, in alcune città l'applicazione delle nuove misure sembra però ancora incerta: scarsa conoscenza, poca disponibilità a rilasciare informazioni scritte, approssimazione, dubbi sull'efficacia, attesa di chiarimenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il