Imu 2012: prima e seconda casa, affitto, negozi, aziende, terreni agricoli. Novità e cambiamenti

Cosa cambia nei pagamenti dell’Imu 2012 con le ultime novità



L'acconto di giugno dell'Imu, la tassa sulla casa che da quest'anno sostituisce la vecchia Ici, si pagherà con le aliquote di base e la detrazione già fissata per la prima abitazione. La novità prevede che per l'anno 2012 il pagamento della prima rata dell'imposta municipale propria debba essere effettuato, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in misura pari al 50% dell'importo ottenuto applicando le aliquote di base e la detrazione previste.

I contribuenti dovranno dunque calcolare l'importo della tassa, moltiplicando per 160 la rendita catastale (rivalutata del 5%), applicare l'aliquota di base (il 4 per mille sulla prima casa, il 7,6 per mille su tutti gli altri immobili, e non quella eventualmente già deliberata dai pochi Comuni che l'hanno decisa), togliere le detrazioni forfettarie, che sono pari a 200 euro più 50 euro per ogni figlio a carico di età fino a 26 anni, e pagare la metà di quest'importo.

La seconda rata sarà versata a saldo dell'imposta complessivamente dovuta per l'intero anno con conguaglio sulla prima rata. Al momento sono ancora pochissimi i Comuni che hanno già fissato le aliquote definitive dell'Imu, fra questi Roma, Milano, Firenze.

Per le abitazioni principali le norme sull’Imu provvisoria prevedono un'aliquota differenziata del 4 per mille, che i Comuni possono abbassare o alzare di due punti (di fatto, quindi, dal 2 al 6 per mille) e due tipi di detrazione, una di 200 euro per tutti i fabbricati adibiti ad abitazione principale, e l’altra legata alla presenza in casa, come residente, di figli di età sino a 26 di 50 euro per ogni figlio che può riguardare famiglie con al massimo sei figli.

Ciò che non si capisce è se i 26 anni non debbano essere superati (cioè diventare 27) alla data del 16 giugno (acconto) o all'inizio del periodo d'imposta (primo gennaio) o alla sua fine (31 dicembre). Sicuro è che il beneficio spetta anche se il figlio non è a carico.

Escono vittoriosi dalla battaglia contro l’Imu gli immobili lasciati sfitti, grazie all'assorbimento nella nuova imposta dell'Irpef sui redditi fondiari, che nel caso delle abitazioni non locate e non usate come principali era aumentata di un terzo. Inoltre, in molti Comuni le seconde case erano penalizzate con l'aliquota ordinaria (spesso del 6-7 per mille) o addirittura con un'aliquota speciale ancora più elevata. Per fare qualche esempio, su una casa media sfitta di 100 metri quadrati, a Bari, si risparmiano 12 euro e a Roma 18.

Non sarà più privilegiato il patrimonio storico artistico, su cui l’Imu si abbatte. Pagheranno molto con la nuova Imu le imprese manifatturiere artigiane e quelle industriali, oltre 1.500 euro circa in più all'anno per ogni azienda. Meglio sarà per gli uffici e per i negozi commerciali: per i primi l'aumento medio di studi professionali sarà di 949 euro, per i secondi il maggior prelievo che graverà sui commercianti sarà di 569 euro.

Questa la denuncia che giunge dal segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi, secondo cui complessivamente l’applicazione dell’Imu provocherà una salassata che rischia di mettere in ginocchio l'intero sistema produttivo Paese.

L’Imu, a partire da quest'anno, sostituirà l’Ici sugli immobili strumentali (vale a dire i negozi commerciali, i laboratori artigianali, gli uffici e i capannoni industriali) e la Cgia ha voluto calcolare l’eventuale aumento o diminuzione delle tasse per imprese proprietarie degli immobili in cui vengono svolte le attività imprenditoriali.

Per fare questa comparazione, sottolineano dalla Cgia, si è ipotizzato che nel 2012 l'aliquota Imu, applicata agli uffici, ai negozi commerciali o ai capannoni produttivi presenti su tutto il territorio nazionale, sarà del 7,6 per mille (cosi come previsto dal decreto sul federalismo fiscale ). Per l'Ici, invece, si è deciso di far ricorso all'aliquota media nazionale applicata dai Comuni nel 2009, ovvero il 6,4 per mille.
 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il