BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund in rialzo ad Aprile: i motivi tra Spagna e crisi economia reale

Andamento spread e crisi economia: la situazione e le difficoltà delle famiglie



Torna a salire il valore dello spread tra btp italiani e bund tedeschi: chiude in forte rialzo, infatti, lo spread tra il btp decennale e l'analogo bund tedesco. Il differenziale tra i due titoli vola a 358 punti base dai 335. Il rendimento del decennale sale al 5,37%.

Resta alta sui titoli spagnoli con la forbice Madrid-Berlino che si allarga a 390 punti. Il tasso sui bonos sale al 5,69%. Ed è proprio la situazione spagnola a spaventare i mercati: dopo una mini-serie di aste positive da gennaio (con rendimenti in calo e domanda in aumento) il collocamento di questi ultimi giorni ha evidenziato tassi in rialzo e domanda meno sostenuta rispetto alle ultime emissioni e lo spread tra i Bonos e i Bund a 10 anni ha toccato un picco a 392 punti, riavvicinandosi pericolosamente a quota 400.

E secondo gli economisti di Citi, come accaduto per Grecia, Irlanda e Portogallo, anche la Spagna potrebbe far ricorso a una qualche forma di programma di aiuti da parte della Troika (Ue-Fmi-Bce).

Se Madrid dovesse effettivamente ricevere questi aiuti, gli economisti si aspettano che la Spagna continui, almeno parzialmente, a finanziarsi sul mercato, anche se parte del suo funding sarà fornito dal Fondo monetario internazionale e dai fondi salva Stati Esm/Efsf.

La situazione macro economica d’Europa si riflette inevitabilmente sull’economia reale italiana, decisamente in difficoltà. Mentre aumenta il costo della vita, diminuiscono gli stipendi e il tasso di disoccupazione sale. Tra il 2008 e il 2010, infatti, la quota di famiglie povere in base al reddito e alla ricchezza è cresciuta di circa un punto percentuale nel complesso e di circa 5 punti per le famiglie dei giovani.

Il vicedirettore generale della Banca d'Italia, Anna Maria Tarantola, ha spiegato inoltre che tre anni fa, circa 480mila famiglie hanno sostenuto almeno un figlio convivente che aveva perso il lavoro nei dodici mesi precedenti, non solo con i propri redditi da lavoro ma spesso anche da quelli da pensione.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il