BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fondi di investimento bilanciati 2012: i migliori. Confronto

I fondi di investimento bilanciati: cosa sono e come sceglierli



Investire in fondi comuni di investimento sembra essere oggi un’ottima mossa: i fondi comuni di investimento sono strumenti finanziari che raccolgono il denaro di risparmiatori che affidano la gestione dei propri risparmi ad una società di gestione del risparmio (SGR) con personalità giuridica e capitale distinti da quelli del fondo. I fondi bilanciati hanno una composizione mista tra azioni e obbligazioni.

Le diverse percentuali dell’investimento sono sempre indicate nel regolamento del fondo comune di investimento e restano obbligatoriamente stabili. Se la percentuale di azioni è maggiore rispetto a quella delle obbligazioni il rischio cresce.

E’ possibile scegliere la composizione del fondo comune di investimento; solitamente tutte le società offrono ai propri clienti diverse scelte. Nonostante la sicurezza di rendimenti, il fondo comune di investimento bilanciato ha lo svantaggio di non riuscire ad offrire la possibilità di seguire l’evolversi del rendimento, per cui non è semplice capire quando c’è un cambiamento di segno positivo o negativo, da quale parte del fondo è stata determinata, se dalle azioni o dalle obbligazioni.

Talvolta questa difficoltà rappresenta un problema tale da spingere molti ad investire nel fondo bilanciato, nella misura della percentuale che si sarebbe scelta, in due diversi fondi comuni, uno interamente azionario e l’altro obbligazionario.

Un’analisi di CorrierEconomia, su fondi bilanciati e flessibili, ha selezionato i gestori con la migliore efficienza, rapporto rendimento/rischio. I fondi sono stati poi divisi in due categorie: gli specialisti di stabilità, cioè quelli con una volatilità contenuta, e quelli con il miglior rapporto rendimento/ rischio ma con una volatilità che raggiunge l'8,95% tipica del Btp decennale.

Per la prima categoria, sul podio ci sono Invesco global absolute return fund, con un rendimento del 18,56% e un coefficiente di efficienza di 3,079; Anima prima star market neutral Europe, con una performance dell’8,91% e un’efficienza del 2,876, e, infine, Arca rendimento assoluto T3 con un più 8,74% e un rapporto rendimento/rischio del 2,372.

Tra i fondi con una volatilità più alta, ci sono Invesco balanced risk allocation (4,083 con un rendimento del 33,21%), Raiffeisen 337 strategic allocation master (4,058 e performance del 36,33%) e Julius Baer- B Mco strategy balanced (2,726 con un guadagno del 24,33%).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il