BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Auto aziendali: deduzioni tagliate Governo Monti. Come funziona e da quando in vigore

Taglio deduzioni uso di auto aziendali: cosa cambia



Per coprire i costi della riforma del lavoro sono previsti nuovi tagli per gli enti previdenziali e una stangata per i proprietari degli immobili affittati che non applicano la cedolare secca; sale di 2 euro per ogni passeggero, a partire dal primo luglio 2013, l'addizionale comunale sui diritti di imbarco sugli aerei e una parte delle risorse per finanziare il disegno di legge sulla riforma del mercato del lavoro arriverà dal taglio delle deduzioni per l'uso delle auto aziendali.

E' previsto, infatti, un taglio delle deduzioni dal 40% al 27,5% per le auto utilizzate nell'esercizio di imprese, arti e professioni. Per i veicoli dati dall'azienda in uso promiscuo ai dipendenti per la maggior parte del periodo di imposta la deduzione diminuisce dal 90% al 70%.

Sugli affitti, stangata in arrivo per i proprietari degli immobili che non applicano la cedolare, mentre per quanto riguarda le assicurazioni, arriva una stretta sulla deduzione riconosciuta sulla tassa al servizio sanitario nazionale, pari al 10,5%, che si applica sulle assicurazioni Rc auto.

La deduzione scatterà solo per gli importi che eccedono i 40 euro (quindi per assicurazioni da 402 euro). La stretta vale già sui pagamenti del 2012 e i  nuovi tetti scattano a decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore del presente articolo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il