BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Comprare l'auto all'estero: ecco come risparmiare fino a 5.000 euro

Risparmiare acquistando l’auto all’estero: la proposta della Commissione europea



Molti desiderosi di acquistare un’auto nuova a volte pensano di comprarla fuori dai propri confini ed effettivamente un motivo c’è: all’estero lo stesso modello da noi magari scelto costa meno che nel Belpaese.

Per esempio per acquistare una Fiat Bravo in Italia si spendono 16.940 euro, in Germania, invece, 15.690 e in Spagna 12.100; per una Peugeot 3008 in Italia si spendono 21.180 euro contro i 16.700 della Spegna e i 21.150 della Germania. In generale comprare l’auto all’estero significa poter avere un’auto pagandola in media fino anche a 5mila euro in meno.

E per questo motivo la Commissione europea ha proposto di ridurre drasticamente il peso ingiustificato delle procedure amministrative legate alle reimmatricolazioni dei veicoli provenienti da un altro Stato membro: la proposta di regolamento, presentata dal vice presidente Antonio Tajani, dovrebbe portare a una sostanziale semplificazione amministrativa, con un risparmio di almeno 1,5 miliardi di euro l’anno per le imprese, i cittadini e le stesse autorità.

La Commissione in un comunicato ha spiegati che ogni anno vengono trasferiti circa 3,5 milioni di veicoli da uno Stato all’altro (più o meno 200 mila in Italia). Poi vanno immatricolati con le modalità previste dalle regole nazionali, ma normative differenti e requisiti a volte contraddittori rendono questa procedura, che nel mercato unico del ventunesimo secolo dovrebbe essere semplice, lunga e complicata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il