Pubblicità 3.0: occorre iniziare a studiarla

L'Europa ha già accumulato competenze specifiche e sta già lavorando sui formati della pubblicità interattiva 2.0



Intanto che in Italia, centri medie ed agenzie pubblicitaria cominciano a strutturarsi, creare le competenze per la pubblicità interattiva 1.0 per le tv digitali, il resto dell'Europa ha già accumulato competenze specifiche e sta già lavorando sui formati della pubblicità interattiva 2.0.


Sto organizzando un viaggio negli Stati Uniti, che non so quando avrà luogo per incontrare un paio di colleghi con cui affronteremo i primi esperimenti di pubblicità 3.0.

Ovviamente la classificazione è arbitraria e serve solo a titolo di esemplificazione.

Lavoreremo nei prossimi mesi su nuovi linguaggi, format, modelli e modelli di misurazione.

Ogni giorno mi meraviglio per la velocità con cui stiamo procedendo. Sicuramente dobbiamo rallentare perché non è saggio anticipare di troppo il mercato.

Spero però che qualcuno cominci a rendersi conto che non stavo esagerando quando già quattro anni fa parlavo di cambiamenti epocali della comunicazione, sembra che le diverse mie previsioni si stiano inesorabilmente avverando.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il