BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ducati-Audi: novità e cosa cambia dopo acquisto

Ducati Audi: accordo concluso. Le strategie



E’ ufficiale l’acquisto di Ducati da parte di Audi: l’annuncio è arrivato qualche giorno fa. Il gruppo automobilistico ha, infatti, trovato l'accordo con il fondo Investindustrial di Andrea Bonomi per acquisire il 100% dell'azienda di Borgo Panigale che manterrà il suo quartier generale in Italia.

Inizialmente in realtà il patron di Investindustrial non cercava un compratore ma un partner a cui cedere il controllo e con cui proseguire lo sviluppo del marchio. Ma Audi ha puntato dritto al 100% riuscendo a ottenere da Bonomi un’esclusiva per trattare l'acquisto delle rosse di Borgo Panigale.

Audi ha raggiunto il suo obiettivo offrendo secondo indiscrezioni 860 milioni di euro per il 100% del marchio, inclusi i debiti pari a circa 200 milioni di euro. E così ora Volkswagen, dopo aver già acquisito il controllo dei produttori di veicoli industriali Scania e Man per aumentare la propria presenza nel settore dei veicoli commerciali, entra anche nel business delle moto.

“La decisione di Audi di acquistare Ducati conferma la bontà della strategia di Investindustrial di investire in Italia, patria di molte aziende di valore che, se opportunamente guidate e sostenute, possono diventare brand globali di altissima qualità”, ha commentato Andrea Bonomi l'accordo raggiunto per la vendita del gruppo di Borgo Panigale.

“Ducati è cresciuta molto sotto la nostra guida, grazie ad un intenso turnaround industriale e a una spinta commerciale su nuovi mercati in rapida crescita. Siamo convinti che la società, nelle mani di Audi, continuerà ad avere un futuro estremamente positivo e ricco di soddisfazioni per i clienti e per i lavoratori dell'azienda. Reputiamo che Audi sia il partner migliore per continuare il processo di globalizzazione che è già stato avviato con successo”. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il