BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu bis doppia: imposta di scopo 2012 in semplificazioni. Come e quando si paga

Imu bis: cos’è e come funziona. Le reazioni



Non solo la stangata Imu pronta ad arrivare, in due o tre rate (16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre) ma forse una Imu bis: dopo il ritorno dell’Ici, adesso si parla della tassa di scopo, nuova imposta che potrà essere applicata anche sulle prime case dai Comuni che decideranno di adottarla.

La nuova tassa di scopo sarebbe contenuta nel decreto di semplificazione fiscale che tra le modifiche introdotte nel passaggio alla Camera paventa appunto la possibilità di adottare una nuova ‘tassa di scopo’ per finanziare opere pubbliche.

La definizione Imu bis nasce dal fatto che, secondo il decreto, questa avrà la stessa base imponibile e di calcolo della nuova imposta sugli immobili. La nuova tassa potrà arrivare a coprire un periodo massimo di dieci anni e finanziare il 100% delle opere, mentre la vecchia imposta di scopo arrivava al massimo a cinque anni e a una percentuale pari al 30%.

L'imposta di scopo 2012 si calcolerà su tutti gli immobili, come l’Imu, sulla base della rendita catastale che è stata innalzata del 60% dal Salva Italia e un'aliquota che può arrivare al 5 per mille.

I comuni doranno quindi scegliere sia l'aliquota che i tempi di imposizione della tassa, che avrà il compito di finanziare (questa volta fino al 100%) lo scopo per cui è stata emessa, per esempio ristrutturazione di scuole, monumenti, giardini, strade.

Immediate le proteste dei partiti: il segretario del Pdl, Angelino Alfano ha detto: “L’Imu bis è un’imposta che è facoltà dei sindaci applicare e noi faremo un invito formale a tutti i sindaci del Pdl a non applicar”, mentre Stefano Fassina, responsabile economico del Pd, ha detto: “Noi vorremmo che l’Imu venisse ribilanciata facendo pagare di più i grandi patrimoni”.

I pochi sindaci finora intervenuti sull’Imu bis non sembrano propensi a voler applicare una nuova imposta sugli immobili anche perché “le tasse su imprese e famiglie sono alle stelle e il Patto di stabilità strangola i Comuni”, come sottolinea il sindaco di Vicenza, Achille Variati (PD)

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il