Crediti per imprese Pa e finanziamenti più facili: accordo Governo Monti-Banche

Nuove risorse per crediti pmi: accordo tra governo e banche



Accordo trovato sui ritardi nei pagamenti dello Stato alle imprese tra il ministro dello Sviluppo, Passera e il presidente dell’Abi, l’associazione bancaria italiana, Mussari.

Il governo sarebbe riuscito a far sì che le banche accettino in garanzia dalle imprese, in cambio di nuovi prestiti, i crediti vantati dallo Stato. I crediti verso lo Stato saranno deducibili in banca sottoforma di garanzie, come cessione pro solvendo e non pro soluto. Con la cessione pro solvendo, l’azienda che presenta la garanzia in banca resta responsabile di eventuali inadempienze del debitore finale, in questo caso lo Stato.

Le novità prevedono, dunque, la cosiddetta cessione pro solvendo, ovvero la possibilità per le imprese di cedere i crediti con gli enti locali alle banche, mentre altri interventi sono invece in fase di realizzazione con due decreti, uno del ministero dell'Economia e l'altro del ministero dello Sviluppo.

Il presidente Abi ha spiegato che quelle che verranno stanziate “sono cifre importanti che serviranno a rimettere in moto la liquidità per le imprese. C’è uno sforzo delle banche per le imprese e tutto questo è crescita”.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il