BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Investimenti immobiliari minori per imu e più fondi pensioni. Scelte Monti influenzano risparmio

Gli italiani preferiscono investire oggi in fondi pensione



Si comprano meno case e si decide di rimpinguare le casse dei propri fondi pensione o, per chi non ne ha ancora, di aprire un fondo di previdenza complementare per far sì che una volta terminata la propria vita lavorativa si possa godere di una pensione più alta di quanto lo Stato pagherebbe.

Sembrerebbe il ritratto degli italiani del post riforme Monti, quelle che hanno sconvolto il sistema delle pensioni e quelle che hanno reintrodotto la cassa sulla tassa, la vecchia Ici diventata oggi Imu, Imposta Municipale Unica e che quest’anno per i contribuenti italiani proprietari di case, soprattutto di seconde case, rappresenterà una vera e propria batosta.

L’equazione socio-culturale dell’Italia di oggi sarebbe dunque meno immobili, più fondi pensione, per lo meno questo è quanto emerge dalle scelte di politica economica del governo in carica.

Se la scelta di vendere case da parte di chi ne possiede più di una cresce e cresce la sfiducia dei risparmiatori di voler investire oggi nel mattone, a causa dell'andamento altalenante, incerto e negativo del mercato, tendenza contraria è quella registrata dai fondi pensione che, nonostante continuino a richiedere il sostenimento di costi psicologici molto alti, a causa soprattutto del vincolo di lungo periodo, crescono e la previdenza integrativa esce dunque vincente da questi intensi e controversi mesi di manovre governative.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il