BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ricongiunzioni pensioni molto costose dopo riforma Monti: si cerca soluzione

Problema ricongiunzioni onerose: come fare



Non solo problema esodati ma anche problema ricongiunzioni pensioni: ad impensierire i lavoratori e i pensionati italiani la questione sulla ricongiunzione dei contributi versati per ottenere la pensione al termine della propria vita lavorativa.

Sono molti, infatti, i lavoratori che dalle gestioni alternative (Inpdap, fondi speciali Ferrovie, Elettrici, Fondo Volo, Telefonici, eccetera) devono passare al Fondo pensioni lavoratori dipendenti dell'Inps (Fpld) e non sarà cosa semplice, considerando che sorge il problema sul calcolo dei contributi maturati durante gli anni di attività.

Gli enti previdenziali, infatti, non seguono le stesse regole, per cui bisogna capire in che modo è possibile riunire periodi differenti di contribuzione, maturati presso Fondi diversi. Non avendo ancora risposte certe su come la ricongiunzione dei contributi potrebbe avvenire, c’è chi parla di totalizzazione, che permette ai lavoratori che hanno versato contributi in diverse gestioni previdenziali (almeno due) di beneficiare di un'unica pensione, sommando i diversi periodi contributivi non inferiori a sei anni presso enti previdenziali differenti.

La contribuzione versata per periodi inferiori a sei anni, invece, deve essere ricongiunta a titolo oneroso. La questione delle ricongiunzioni onerose è, dunque, un altro tema su cui il governo è chiamato a impegnarsi. Cgil, Cisl, Uil e Ugl lo avevano sollecitato mettendolo, accanto al nodo degli esodati, al centro della manifestazione unitaria della scorsa settimana a Roma.

Nel mirino la norma per cui nel passaggio dall'Inpdap e dagli altri fondi speciali (fondo volo, ferrovie, e altri) all'Inps le ricongiunzioni si paghino (erano a titolo gratuito) a meno che non si accetti di calcolare tutta la pensione con il metodo contributivo attraverso la totalizzazione. Ma il governo è a lavoro per cercare una soluzione anche per i lavoratori che devono ‘ricongiungere’ i propri contributi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il