BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2012: novità

Tutte le novità del modello Unico 2012: cosa prevedono



Non solo proroga per la presentazione del modello 730 2012 relativo alla dichiarazione dei redditi 2011: potrebbe slittare, infatti, anche la presentazione del modello Unico 2012. I motivi? I versamenti legati agli studi di settore. Già lo scorso anno il termine per i versamenti è slittato al 6 luglio.

Le novità del modello Unico 2012 riguardano il Quadro RB, dove sono state implementate le sezioni I e II per accogliere i dati relativi alla cedolare secca e optare per l’imposta sostitutiva del 21% o del 19 % sulle locazioni degli immobili ad uso abitativo; i Quadri RP e AC, da compilare per usufruire della detrazione del 36% delle spese di ristrutturazione edilizia, i contribuenti, devono riportare nel quadro RP i dati catastali identificativi dell’immobile.

Nel quadro AC, invece, vanno indicati i dati catastali identificativi del condominio oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio realizzati sulle parti comuni condominiali. E ancora, il Quadro RM, dedicato ai fondi comuni di investimento immobiliare e le imposte sugli immobili e le attività finanziarie all’estero.

Nel Quadro Rm, nella sezione XVI, i contribuenti interessati dovranno indicare i dati relativi disposizioni introdotte da ultimo dal governo Monti, relativamente alla tassazione degli immobili e dalle attività finanziarie detenuti all’estero. In particolare, per quanto riguarda gli immobili situati all’estero e appartenenti a persone fisiche residenti in Italia, è stata introdotta l’imposta dello 0,76% da applicare sul valore dell’immobile risultante dall’atto di acquisto, dal contratto o, in mancanza, dal valore di mercato rilevabile nel luogo dove l’immobile stesso è situato.

Per ciò che concerne le attività finanziarie invece è previsto il prelievo dell’1% sul valore di mercato delle stesse detenute all’estero dagli stessi soggetti di cui sopra. Novità anche per il Quadro CS, dove segnalare il contributo di solidarietà, cioè il prelievo del 3% sulla quota di reddito che supera i 300mila euro lordi annui. Per quanto riguarda le imprese, previsto per quest’anno il nuovo regime premiale per favorire la trasparenza.

Si tratta di un regime contabile che potrà essere adottato da tutti i contribuenti che intendono operare in modo trasparente con l’Amministrazione finanziaria. Possono usufruire di questo regime tutti i soggetti che svolgono attività d’impresa o attività artistica e professionale in forma individuale.

Il nuovo regime contabile entra i vigore il primo gennaio 2013 ed è necessario che l’opzione sia esercitata nel modello dichiarativo presentato nel periodo d’imposta precedente a quello di applicazione, per cui il soggetto che intenderà usufruire dell’agevolazione fin dal primo gennaio 2013 dovrà esprimere l’opzione già nel modello Unico 2012, selezionando nel quadro RS la casella predisposta e cioè RS36 per Unico persone fisiche e RS44 per Unico Società di persone.

Nel quadro RS, righi RS44 e RS45, di Unico società di capitali dovrà essere indicata la maggiorazione dell’Ires del 10,50% per la Robin Tax e per le società di comodo in perdita sistematica o non operative, ovvero che abbiano registrato perdite per tre anni consecutivi.

Eliminato dai prospetti delle perdite dei soggetti Ires il limite quinquennale di riportabilità. Per la presentazione dell’Unico 2012, ci si può rivolgere al proprio commercialista o alle associazioni di categorie e ai centri caf, purché siano abilitati alla presentazione e all’invio telematico delle dichiarazioni dei redditi. Unico 2012 si può inviare tramite web o anche in forma cartacea.

Possono usufruire dell’invio cartaceo, però, solo alcune categorie di lavoratori: coloro che presentano l’Unico in vece di soggetti deceduti, coloro che non hanno più il datore di lavoro e coloro che compilano i quadri RM, RT, RW e AC sotto specifiche condizioni (redditi derivati da investimenti all’estero, tassazione separata e ad imposta sostitutiva e così via).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il