BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: incontro Fornero-sindacati il 9 Maggio confermato. Ultime notizie

Incontro Fornero-sindacati per esodati: 5 milioni per loro dalla Margherita



E’ stato confermato, come inizialmente annunciato, per il 9 maggio l’incontro tra il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, e i sindacati per affrontare la questione esodati. Gli esodati rappresentano quella categoria di lavoratori che hanno fatto accordi per l'uscita dal lavoro per andare in pensione e che con l'allungamento dell'età per l'accesso alla pensione previsto dalla riforma Fornero rischiano di restare senza lavoro e senza assegno.

Secondo il governo la platea cui riservare trattamenti di salvaguardia è composta da 65.000 persone ma i sindacati ritengono che i soggetti coinvolti siano molti di più. La notizia della convocazione è arriva dopo che il ministro si era rivolta al Parlamento, chiedendo di fare presto con il via libera alla riforma.

Secondo la Fornero infatti “Il lavoro è il bene comune cui la nostra società deve guardare. Spero che il Parlamento lo comprenda e che ci consenta di portare a casa la riforma in tempi brevi. Siamo una società che si sta impoverendo al di là del risparmio, l'unico modo per evitare l'impoverimento è fare del lavoro qualcosa che riguarda tutti, che risponde al concetto di bene comune. La nostra riforma ha esattamente lo scopo di rendere il mercato del lavoro più inclusivo e di dare possibilità di lavoro a tutte le persone adulte”.

Intanto i responsabili della Margherita hanno deciso di stanziare ben 5 milioni di euro a favore degli esodati. La Margherita ha, infatti, definito con l'Inps la donazione immediata di 5 milioni di euro a beneficio di lavoratori esodati privi di tutele.

Si tratta della prima parte delle risorse nella disponibilità del partito che verranno assegnate per finalità sociali, come annunciato nelle scorse settimane. Il beneficio stabilito dall'Inps è pari a 800 euro al mese per 5 mensilità e riguarderà 1.200 persone esodate.

Tali soggetti riceveranno una lettera dell'Inps; i nominativi non potranno essere comunicati al partito, cui verrà trasmesso un rendiconto con le indicazioni statistiche. Alla Margherita saranno addebitati i soli costi industriali (elaborazione elettronica del pagamento, stampa della comunicazione, etc).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il