BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da Business Online gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica.

OK

Cerca

Cerca tra i nostri articoli

OK


Chiudi

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):

730 2012: documenti per detrazioni e compilazione da presentare

Come compilare il modello 730 2012


Il modello 730 2010 deve essere presentato al sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico) o ai Caf o ai professionisti iscritti agli albi dei dottori commercialisti ed esperti contabili e dei consulenti del lavoro).

Se si sceglie di presentare la dichiarazione al proprio sostituto d’imposta (che però deve aver comunicato entro il 15 gennaio di voler prestare assistenza fiscale) occorre consegnare il modello 730 già compilato e la busta chiusa contenente il modello 730-1, relativo alla scelta per la destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’Irpef. Se si sceglie il Caf o il professionista abilitato, non è dovuto alcun compenso e si può chiedere assistenza per la compilazione (in questo caso occorrerà versare un corrispettivo).

Il contribuente deve presentare al Caf o al professionista, in busta chiusa, la scheda per la scelta della destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’Irpef (modello 730-1), anche se non è stata effettuata alcuna scelta. Il contribuente deve sempre esibire al Caf o al professionista la documentazione necessaria per permettere la verifica della conformità dei dati esposti nella dichiarazione. 

Il modello 730/2012 può essere presentato entro il 2 maggio al proprio datore di lavoro o ente pensionistico oppure entro il 31 maggio a un Caf o a un intermediario abilitato (iscritti agli albi dei dottori commercialisti ed esperti contabili e dei consulenti del lavoro).

Entro il 31 maggio 2012 il datore di lavoro o ente pensionistico deve consegnare al contribuente cui ha prestato assistenza una copia della dichiarazione elaborata e il prospetto di liquidazione modello 730-3, con l'indicazione delle trattenute o dei rimborsi che saranno effettuati.

Il Caf o il professionista abilitato deve consegnare entro il 15 giugno al contribuente cui ha prestato assistenza una copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione modello 730-3, elaborati sulla base dei dati e dei documenti presentati dal contribuente. Infine, entro il 30 giugno, il Caf o il professionista abilitato trasmettono il modello 730 all'Agenzia delle Entrate.

Presentano il 730 i lavoratori dipendenti e pensionati per dichiarare redditi di lavoro dipendente; redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (per esempio, i redditi percepiti dai co.co.co e dai lavoratori a progetto); redditi dei terreni e dei fabbricati; redditi di capitale; redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (per esempio, i redditi derivanti dallo sfruttamento economico di opere dell’ingegno); alcuni dei redditi diversi (per esempio, i redditi di terreni e fabbricati situati all’estero); alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata (per esempio, i redditi percepiti dagli eredi e dai legatari).

Diverse le novità del modello 2012, a partire dalla nuova casella per la cedolare secca per i contribuenti che già nell'anno 2011 hanno scelto la tassa piatta per gli affitti abitativi del 21% o del 19% sulle locazioni degli immobili a uso abitativo, al contributo di solidarietà, alle detrazioni del 36 e del 55%, al differimento dell’acconto Irpef.

Per quanto riguarda la detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e per le spese di risparmio energetico, bisognerà compilare i righi E41 e E43, inseriti nelle sezioni III e IV del quadro E che riportano le modifiche e alla disciplina relativa alla detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio del 2011.

Per quanto riguarda il differimento di 17 punti percentuali dell’acconto Irpef dovuto per il periodo d’imposta 2011, l’acconto da versare entro il 30 novembre 2011 è passato dal 99% all’82%. Tale differimento riguarda anche il versamento dell’acconto della cedolare secca sulle locazioni.

Per quanto riguarda la sezione detrazioni, sono detraibili nel modello 730 2012 le spese mediche, di istruzione per la frequenza di corsi di istruzione secondaria o universitaria, perfezionamento e/o specializzazione presso qualsiasi istituto, privato o pubblico; i contributi previdenziali e assistenziali per il riscatto degli anni di laurea; interessi passivi relativi a contratti mutuo per l’acquisto dell’unità immobiliare da destinare ad abitazione principale propria o dei familiari; interessi passivi su mutui sull’abitazione principale (per un massimo di 4000 euro per coniugi); interventi di recupero del patrimonio edilizio per il 36% e per il risparmio energetico per il 55%.

Previste inoltre detrazioni per spese per adozioni internazionali deducibili dal reddito imponibile Irpef; per contributi previdenziali e assistenziali obbligatori e facoltativi deducibili dal reddito imponibile ai fini Irpef; spese e contributi per le badanti e colf; e canoni di locazione per gli studenti fuori sede (da detrarre nella misura del 19%); e per le spese provvigioni agenzie immobiliari o per intermediazione immobiliare.




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 02/05/2012 alle ore 07:11