BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):



Elezioni amministrative 2012: Palermo, Verona, Piacenza. Sindaci e candidati

Elezioni 2012 e candidati: chi sono


Il 6 e 7 maggio molti italiani saranno chiamati al voto per le prossime elezioni amministrative comunali. Non ci saranno, invece, le previste elezioni per le Amministrazioni provinciali.

Il turno di ballottaggio si terrà il 20 e 21 maggio. Diversa la data delle elezioni in Trentino-Alto Adige, che ha indetto le elezioni comunali il 20 maggio, Valle d'Aosta, dove si terranno il 27 maggio, e in Sardegna, dove si vota il 10 e 11 giugno. Si voterà in 28 comuni capoluogo di provincia, quattro dei quali capoluoghi di regione (Catanzaro, Genova, L'Aquila e Palermo).

 La regione con più comuni al voto è la Sicilia con 149 comuni interessati, mentre il Trentino-Alto Adige porterà un solo comune alle urne. Entrando più nel dettaglio, includendo le Regioni a statuto speciale, i consigli comunali da rinnovare sono 1019, 28 dei quali capoluoghi di provincia: Alessandria, Asti, Cuneo, Como, Monza, Belluno, Verona, Gorizia, Genova, La Spezia, Parma, Piacenza, Lucca, Pistoia, Frosinone, Rieti, L’Aquila, Isernia, Brindisi, Lecce, Taranto, Trani, Catanzaro, Agrigento, Palermo, Trapani, Oristano, Lanusei.

 La campagna elettorale corre anche sul web e per esempio sono diversi, se non quasi tutti, i candidati o le liste che hanno messo a disposizione degli utenti, potenziali elettori, indirizzi mail da contattare per ricevere spiegazioni e ulteriori informazioni circa i loro programmi politici di eventuale attuazione. Non solo mail, però, perché molti candidati sono anche su Facebook e Twitter.

In corsa per l’elezione a sindaco di Palermo ci sono Fabrizio Ferrandelli, centrosinistra; Massimo Costa, Pdl e Udc; Alessando Aricò di Futuro e libertà. A Verona, invece, la sfida si giocherà tra Flavio Tosi, Lega Nord, nel 1994 eletto Consigliere comunale a Verona  e da allora ha sempre ricoperto il ruolo di capogruppo del gruppo consiliare della Lega Nord. Dal 1997 al 2003 è stato il Segretario provinciale della Lega Nord – Liga Veneta. Nel 2000 è stato eletto Consigliere regionale della Regione Veneto come capogruppo della Liga Veneta fino al 2002; è stato rieletto alle ultime elezioni del 2005, ottenendo il record assoluto di preferenze. Fino al 2007 è stato Assessore regionale alla Sanità; si è poi dimesso per poter ricoprire il ruolo di sindaco.

Dal 2008 è Presidente della Liga Veneta. Luigi Castelletti, Pdl, nato a Ferrara di Monte Baldo, provincia di Verona, il 19 aprile 1955, avvocato. Dal 1980 al 1995 è stato Consigliere Comunale a Ferrara di Monte Baldo, dal 1995 al 1997 è stato Consigliere nella Provincia di Verona. Dal 1997 al 2003 è stato Presidente Del Consorzio Zona Industriale di Verona, Quadrante Europa (Consorzio ZAI).

Dal 2003 al 2009 è stato Presidente dell’Ente Fiera di Verona. Nel 2004 ha ricevuto dall’Università degli Studi di Verona un Master Honoris Causa in Logistica Integrata e Supply Chain Management, e da quell’anno al 2007 è stato membro del Consiglio della filiale veronese della Banca d’Italia. Oggi è Vice Presidente Vicario di Unicredit e membro del Consiglio d’Amministrazione e del Comitato Esecutivo dell’ABI.

 E c’è poi Michele Bertucco del Pd, ha 48 anni e lavora presso un istituto di credito dove come sindacalista si occupa anche dei diritti dei lavoratori. Il 4 dicembre 2011 ha vinto le primarie di coalizione diventando il candidato sindaco per la coalizione di Centrosinistra, con Pd, Sel, Idv, Federazione Della Sinistra e Psi. Impegnato per anni nella lotta ambientalista, è stato presidente di Legambiente nel veneto.

Fra i candidati di Verona anche Ibraima Barry, candidato di Alternativa Comunista. È nato nella repubblica di Guinea 49 anni fa, e nel suo paese ha frequentato le scuole fino alle superiori; in seguito si grazie a una borsa di studio è trasferito in Tunisia, dove si è laureato in Scienze.

Alla ricerca di migliori opportunità di lavoro nel 1988 è arrivato a Verona; da nove anni è cittadino italiano. Con un corso biennale è diventato perito elettromeccanico, anche se nonostante la mia specializzazione è sempre stato assunto e retribuito come operaio generico. Con Alternativa Comunista si propone di stare al fianco delle fasce sociali più penalizzate, e di combattere il razzismo. Spostandoci a Piacenza poi la lista dei candidati sindaco comprende Paolo Dosi, del Pd; Andrea Paparo, Pdl; Massimo Polledri, Lega Nord; Pierpaolo Gallini, Udc.




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 02/05/2012 alle ore 07:14