BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Andare in rosso sul conto corrente: nuove regole 2012 su pagamento interessi

Conti in rosso: nessuna commissione. I casi



Via libera dal Senato a un emendamento al decreto sulle commissioni bancarie, che stabilisce che chi va in rosso sul conto corrente per 500 euro e non più di sette gironi consecutivi non dovrà pagare alcuna commissione alla banca. 

Nessun pagamento dunque, per chi lascia il conto scoperto a patto che non superi i 7 giorni. L'emendamento, già approvato dalla commissione Industria e ribadito dall'aula, stabilisce infatti che ‘le famiglie consumatrici titolari di conto corrente, nel caso di sconfinamenti pari o inferiori a 500 euro in assenza di affidamento ovvero oltre il limite del fido, per un solo periodo, per ciascun trimestre bancario, non superiore alla durata di sette gironi consecutivi’.

Il decreto ha ripristinato la commissione di istruttoria veloce che era stata introdotta dal decreto Salva Italia per gli scoperti bancari, dopo che un emendamento parlamentare al decreto liberalizzazione aveva invece azzerato le possibilità che i clienti dovessero pagare commissioni bancarie in caso di rosso.

Il Senato ha invece escluso dalla regola del pagamento della commissione solamente il caso delle famiglie che vanno in rosso per pochi euro e per pochi giorni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il