BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni amministrative 2012: quando e come si vota. Come ritirare certificato elettorale

Domenica 6 e lunedì 7 si vota in molti Comuni: come fare e orari



Il 6 e 7 maggio molti italiani dovranno votare per le prossime elezioni amministrative comunali. Il turno di ballottaggio si terrà il 20 e 21 maggio. Nella giornata di domenica 6 i seggi saranno aperti dalle 8.00 alle 22.00, lunedì 7  invece si potrà votare dalle 7 alle 15.

Diversa la data delle elezioni in Trentino-Alto Adige, che ha indetto le elezioni comunali il 20 maggio, Valle d'Aosta, dove si terranno il 27 maggio, e in Sardegna, dove si vota il 10 e 11 giugno. Si voterà in 28 comuni capoluogo di provincia, quattro dei quali capoluoghi di regione (Catanzaro, Genova, L'Aquila e Palermo).

La regione con più comuni al voto è la Sicilia con 149 comuni interessati, mentre il Trentino-Alto Adige porterà un solo comune alle urne. Entrando più nel dettaglio, includendo le Regioni a statuto speciale, i consigli comunali da rinnovare sono 1019, 28 dei quali capoluoghi di provincia: Alessandria, Asti, Cuneo, Como, Monza, Belluno, Verona, Gorizia, Genova, La Spezia, Parma, Piacenza, Lucca, Pistoia, Frosinone, Rieti, L’Aquila, Isernia, Brindisi, Lecce, Taranto, Trani, Catanzaro, Agrigento, Palermo, Trapani, Oristano, Lanusei.

Nella scheda azzurra saranno riportati i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, scritti entro un apposito rettangolo, al cui fianco sono riportati i contrassegni della lista o delle liste con cui il candidato è collegato. Ci sono diversi modi per votare.

L’elettore deve ricordare che può votare per il candidato sindaco di uno schieramento e per il partito di un altro schieramento; può votare solo per il sindaco, ma il voto non va ai partiti collegati; può votare solo per il partito (segno sul simbolo), esprimendo eventualmente anche la preferenza (in questo caso bisogna scrivere il nominativo del candidato al consiglio fra quelli della lista, nello spazio a destra del contrassegno)e in tal caso, il voto va anche al candidato sindaco collegato; può votare per il candidato sindaco e per uno dei partiti collegati; può esprimere solo la preferenza (nello spazio apposito, a destra del simbolo) per il candidato consigliere di una lista e in questo caso, il voto si estende alla lista e al candidato sindaco collegato.

Se nessun candidato sindaco ottiene almeno la metà più uno dei voti si va al ballottaggio fra i due più votati. Per votare l’elettore dovrà essere in possesso del certificato elettorale, documento che permette l'esercizio del diritto di voto, unitamente a un valido documento di identità.

Il certificato contiene i dati anagrafici dell'elettore, la sezione elettorale di appartenenza, la sede dove votare, i collegi elettorali di appartenenza, i 18 spazi destinati all'apposizione del timbro da parte del Presidente del seggio elettorale.

La tessera elettorale è gratuita e permanente ed è valida fino all'esaurimento dei 18 spazi disponibili e deve essere usata in occasione di ogni elezione o referendum. In caso di smarrimento, furto bisogna presentarsi all'Ufficio Elettorale o presso le Sedi Anagrafiche Decentrate con la fotocopia del documento d'identità degli interessati e chiederne una copia.

In caso di furto, inoltre, bisogna presentare copia della denuncia all'Autorità di Pubblica Sicurezza, mentre in caso trasferimento di residenza in altro Comune, bisogna consegnare la tessera al Comune di nuova residenza. Se ne avrà in cambio una nuova. Elezioni comuni Vicenza 2012, dove e come ritirare il certificato elettorale.
 


 Autore:

Marcello Tansini

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il