BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Risultati elezioni amministrative 2012 ufficiali

Vincitori e vinti delle amministrative 2012



E’ trionfo per il Movimento a 5 Stelle, crollano Pdl e Lega e tiene il Pd: è questo il nuovo quadro geopolitico d’Italia all’indomani dei risultati delle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio.

Nonostante il terremoto che ha sconvolto la Lega Nord, il sindaco di Verona, Flavio Tosi, 43 anni, maroniano, è riuscito ad essere riconfermato alla guida della città. E' lui il primo grande vincitore di questa tornata elettorale. Per il resto queste elezioni hanno segnato la caduta libera della Lega in Lombardia, il crollo del Pdl, il boom del Movimento 5 Stelle a Genova e a Parma, e il ritorno trionfale di Leoluca Orlando a Palermo.

A Palermo Leoluca Orlando, 64 anni, portavoce nazionale di Idv, a più riprese sindaco di Palermo dall'85 al 2000, sostenuto da Italia dei Valori, Verdi e Federazione della Sinistra, a sorpresa ha sbaragliato tutti gli altri 11 candidati sindaci concorrenti.

A Genova Marco Doria, che ha battuto alle primarie la candidata del Pd Roberta Pinotti e il sindaco uscente Marta Vincenzi, non è riuscito per poco a conquistare la città al primo turno e al ballottaggio dovrà vedersela con Enrico Musso, professore universitario, che ha lasciato il Pdl nel 2010 e ora è candidato con una lista civica e il Terzo Polo.

A Parma, ha ottenuto un ottimo risultato il candidato del centrosinistra, Vincenzo Bernazzoli, che andrà al ballottaggio con il candidato grillino Federico Pizzarotti. Vince la sinistra a Monza, governata finora dalla Lega: il candidato del centrosinistra, Scanavatti Roberto, è molto avanti rispetto al candidato del Pdl, Andrea Mandelli.

Fuori dalla competizione il candidato della Lega. Vince il centrosinistra anche a Pistoia, con Samuele Bertinelli, 35 anni, candidato sindaco del centrosinistra sostenuto dal Pd e da altre sette liste, a Lecce si riconferma il candidato del Pdl Paolo Perrone. Pronto il ballottaggio a Rieti, Frosinone, Trapani, Agrigento, L’Aquila e a Piacenza.

Probabile ballottaggio anche a Isernia, Cuneo e a Lucca, finora in mano al centrodestra. Il Pd si conferma primo partito in molti capoluoghi: a Belluno (19,4%), a Brindisi (17,1%), a La Spezia (27,9%), a Genova (24,36%), a Parma (25,22%), all’Aquila (18,06%), ad Alessandria (17,95%). Il Pd, infine, sfiora il colpaccio al primo turno anche a Sesto San Giovanni, dove Monica Luigia Chittò sfiora il 47%.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il