BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Segnalazione sprechi pubblici e politica: 95 mila proposte online a Governo Monti

Oltre 95mila segnalazioni dai cittadini: le proposte per i tagli della politica



Sta riscuotendo un grande successo l’iniziativa del governo Monti di permettere ai cittadini di segnalare, tramite apposito sito, quali potrebbero essere gli sprechi della politica da eliminare i tagli da attuare.

Sanità, enti locali, auto blu, tetti agli stipendi, risparmio energetico, consulenze, pensioni: sono questi i temi su cui si concentrano le oltre 95mila segnalazioni sulla spending review inviate al governo dai cittadini in una settimana, una media di un messaggio ogni 2 secondi.

Oltre 24mila segnalazioni sono state ricevute nel fine settimana del 5 e 6 maggio, con un flusso costante, consistente anche durante le ore notturne. A scrivere sono in prevalenza cittadini, tra cui molti giovani, e dipendenti delle pubbliche amministrazioni e liberi professionisti, ricercatori, professori universitari, imprenditori, associazioni di categoria, enti no-profit.

Le mail dei cittadini si dividono in due grandi categorie: quelle specifiche, che segnalano sprechi circoscritti a singole amministrazioni o enti pubblici, spesso Enti locali, e quelle che invece intervengono su grandi temi di interesse pubblico.

Il tema che ricorre più frequentemente nei messaggi ricevuti riguarda i costi della politica, ambito in cui i cittadini segnalano soprattutto gli stipendi dei dirigenti pubblici, le auto blu, le pensioni d'oro, e più in generale i privilegi legati allo status professionale.

Le tante mail giunte non si limitano solo alle segnalazioni ma propongono anche soluzioni, come ad esempio, l’uso delle nuove tecnologie informatiche presso le pubbliche amministrazioni o proposte per contrastare l'assenteismo o i consumi energetici troppo elevati.

Altro esempio di ‘soluzione proposta’, arriva da Roma, da qualche tempo alle prese con l’emergenza rifiuti in città, e un romano illustra il suo progetto di gestione dei rifiuti urbani. Tutto, dunque, sembra perfettamente funzionare, tutto sembra coinvolgere davvero la popolazione. Bisognerà ora vedere se effettivamente le segnalazioni giunte e le proposte avanzate avranno risvolti concreti.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il