Rialzo dei tassi Bce: quanto dovremo pagare di più?

Circa 230 euro in più per pagare le rate dei mobili, 93 per quelle degli elettrodomestici e fino a 450 per affrontare le spese di un matrimonio o per acquistare un'auto nuova



Circa 230 euro in più per pagare le rate dei mobili, 93 per quelle degli elettrodomestici e fino a 450 per affrontare le spese di un matrimonio o per acquistare un'auto nuova. Sono i "sovrapprezzi" a cui, secondo l'Adusbef, gli italiani che hanno scelto di pagare a rate andranno incontro dopo il rialzo dei tassi deciso ieri dalla Bce. Secondo l'associazione dei consumatori, l'aumento al 2,5% "aggraverà le difficoltà delle famiglie costrette ad indebitarsi e a fare ricorso al credito al consumo per sbarcare il lunario o per mantenere uno stile di vita dignitoso".

Chi infatti, per necessità o comodità, ha basato gli acquisti sulle rate vedrà gonfiarsi gli importi dovuti: ricorrere a prestiti per l'acquisto di elettrodomestici ed altri prodotti per la casa, afferma l'Adusbef, "comporterà un aumento complessivo della somma rimborsata in 5 anni di circa 93 euro". Per arredare casa o acquistare una vettura di piccola cilindrata "si sborseranno mediamente 228 euro in più". E per affrontare spese di maggiore entità (auto di media cilindrata, matrimonio in famiglia, supporto a iniziative commerciali) "occorrerà provvedere con 453 euro in più nei cinque anni".

L'aumento deciso dalla Bce, spiega ancora l'associazione, colpirà coloro che accenderanno nuovi prestiti "visto che banche e finanziarie stanno apportando ritocchi ed aumenti ai loro servizi di credito ed agli impieghi". Molte però, denuncia il presidente Elio Lannutti, "dimenticano come al solito di trasferire la decisione Bce sui depositi bancari, i cui tassi di interesse sono ridotti allo zero". L'Adusbef annuncia quindi che denuncerà "le banche ed il governatore della Banca d'Italia Draghi, qualora saranno effettuate manovre sui tassi a senso unico".

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il