BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2012: si può non pagare su prime case. Ma stangata per seconde case, negozi, terreni

Esenzione Imu prima casa si può. Decidono i Comuni. In arrivo stangata per gli alti immobili?



Il pagamento dell’Imu impensierisce molti contribuenti italiani e mentre si avvicina il momento del primo pagamento, quello cioè dell’acconto di giugno, si torna a parlare della possibilità di cancellare l’Imu sulla prima casa, cosa che senz’altro gioverebbe ai proprietari che saranno esenti dalla tassa, ma che, dall’altro lato, potrebbe fortemente pesare sui possessori di seconde case, negozi e terreni.

Ma l’esenzione rimane ancora un’ipotesi di cui si discute e basta. Un'eventuale abolizione dell'imposta sull'abitazione principale andrebbe accompagnata da un rincaro sugli altri immobili e, dal momento che già tra incremento dell'aliquota e nuovi moltiplicatori da applicare alle rendite catastali, il conto medio su seconde case (tranne quelle sfitte), negozi e altri immobili raddoppia, sembra non sia il caso di andare a gravare ancora su questi possedimenti. 

In realtà, per il viceministro all’Economia Grilli non sono solo questi ostacoli tecnici ad allontanare una scelta considerata poco raccomandabile anche sul piano economico, perché “la reintroduzione dell'abitazione principale nel raggio dell'imposta immobiliare risponde non solo all'esigenza di consolidamento dei conti pubblici, ma anche al perseguimento di obiettivi di equità, perché il prelievo sulla prima casa riduce la disparità di trattamento tra proprietari ed inquilini, che sostengono un costo per la disponibilità dell'abitazione”. 

Grilli ha inoltre spiegato che potranno essere i Comuni, nell’esercizio della loro potestà regolamentare, a disporre la detrazione per abitazione principale (pari a 200 euro) fino a concorrenza dell’imposta dovuta, esentando nei fatti l’immobile da imposizione.

E a quanti comunque criticano la reintroduzione della tassazione sull’abitazione principale Grilli risponde che “l’Italia è il Paese con la più bassa tassazione della proprietà immobiliare tra i principali Paesi Ocse”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il