BusinessOnline - Il portale per i decision maker




Solarexpo 2012: novità tra fotovoltaico, incentivi e Quinto Conto Energia

Temi, eventi e programma SolarExpo 2012


Ha inaugurato alla Fiera di Verona l'edizione 2012 di Solarexpo, appuntamento dedicato alle fonti rinnovabili, al mondo fotovoltaico e considerato uno dei tre principali appuntamenti a livello mondiale.

Oltre un migliaio quest’anno le aziende espositrici, di cui il 40% provenienti da 30 nazioni europee ed extraeuropee, distribuite in oltre 100 mila mq esposizione. Più di sessanta gli eventi convegnistici in calendario, con il coinvolgimento di più di 300 relatori da tutto il mondo e 70 mila i visitatori professionali attesi e una quarantina saranno le associazioni di settore coinvolte.

L'evento in questa edizione vede la partnership della società pubblica di ricerca Rse (Ricerca sul Sistema Energetico), che avrà un ruolo di primo piano nel programma tecnico-scientifico. Gli eventi di punta saranno i due 'Technology Focus', sviluppati in partnership organica con i ricercatori di Rse.

I temi di quest'anno sono la qualità totale e le nuove certificazioni obbligatorie come driver del valore economico degli impianti solari (10 maggio) e le tecnologie per migliorare il grado di 'accettazione' della generazione fotovoltaica (una fonte non completamente programmabile) da parte della rete elettrica nazionale, nella prospettiva delle reti intelligenti, le cosidette 'smart grid' (11 maggio).

Solarexpo sarà affiancata dalla sesta edizione di Greenbuilding, la mostra-convegno internazionale dedicata all'efficienza energetica e all'architettura sostenibile. Si tratta di eventi uniti un'unica visione strategica e una grande sinergia, per offrire la più completa rassegna di prodotti, tecnologie e soluzioni nell'ambito delle rinnovabili e dell'architettura sostenibile. 

A Solarexpo, nella giornata inaugurale di ieri, non si poteva non parlare del Quinto Conto Energia. Le associazioni che nei giorni scorsi hanno fatto pervenire le loro proposte alla Regioni ieri si sono incontrate a Verona e oggi è la giornata della Conferenza Unificata che dovrebbe discutere anche degli eventuali emendamenti ai due decreti presentati dal governo in tema di incentivi alle energie pulite: il Quinto Conto Energia e il decreto per le rinnovabili elettriche non fotovoltaiche.

Le richieste sono quella di considerare maggiormente le rinnovabili termiche, per le quali manca un provvedimento ad hoc, e di rivedere gli obiettivi dei certificati bianchi al 2020 e quelli per l'immissione in rete e la promozione del biometano. 

A queste richieste il ministro Clini ha risposto: “Siamo disposti a rivedere il valore degli incentivi, affinché non ci sia un impatto sullo sviluppo delle rinnovabili”, ma le preoccupazioni maggiori sono per l’incertezza dello scenario futuro e per il peso della troppo schiacciante della burocrazia.




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il 10/05/2012 alle ore 07:10