Polizze e assicurazioni: investimenti in aumento nel 2012

Crescono gli investitori in polizze e assicurazioni: chi sono e cosa scelgono



I possessori di portafogli più ricchi puntano su polizze e assicurazioni, diversificandoli a seconda di possibilità, esigenze e rendimenti. Orientarsi verso queste scelte di investimento è segno che la crisi colpisce anche i più benestanti.

Se, infatti, fino al 2010, le famiglie più ricche temevano esclusivamente la perdita del capitale investito, oggi, in questo momento storico di incertezza assoluta dell'economia, le preoccupazioni riguardano soprattutto il futuro.

E così si pensa maggiormente a preservarsi per il futuro, a mettersi al riparo da un'eventuale perdita del lavoro e ad integrare la rendita pensionistica, che, con il passaggio al sistema contributivo, sarà più bassa per tutti.

Gli ultimi dati noti sostengono che cresce nei portafogli di investimenti la quota di prodotti assicurativi, che già al 30 settembre 2011 era salita al 9,5%, dal 6,9% di fine 2008, e le previsioni per il futuro parlano di una continua crescita di questo trend.

Investire in polizze e assicurazioni, che garantiranno un certo grado di sicurezza in un futuro, dipende proprio da una maggiore esigenza di sicurezza degli investitori privati, nonché dalla consapevolezza che non esistono più strumenti privi di rischio, per cui meglio investire in un prodotto che col tempo potrebbe tornare utile.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il