Ipsos: l'insicurezza di internet frenano l'e-commerce e l'home banking made in italy

Da una ricerca condotta dall'istituto Ipsos, per conto di PayPal, emerge che i timori di furto dei dati della carta di credito frenerebbe il mercato degli acquisti in internet



Da una ricerca condotta dall'istituto Ipsos, per conto di PayPal, emerge che i timori di furto dei dati della carta di credito frenerebbe il mercato degli acquisti in internet.

Nelle transazioni telematiche gil utenti avvertono molto alto il rischio di subire un furto di dati personali, o l'individuazione delle proprie coordinate riservate dei propri strumenti di pagamento elettronici (carte di credito, bancomat e carte multiservizi).

Tutti i dettagli della ricerca sono stati presentati alcuni giorni fa a Milano, palazzo Mezzanotte nel corso dell'incontro dal titolo "Italiani e pagamenti online: una questione di fiducia"

Non sono allo stato disponibili nel dettaglio i risultati della ricerca, ma i suoi contenuti sono stati anticipati dal un comunicato stampa del sito del Movimento Difesa del Cittadino, realizzato dall'omonima associazione di consumatori che qui di seguito vi riproponiamo.

"La ricerca condotta da Ipsos per conto di PayPal - un servizio del Gruppo eBay concepito per consentire in tutta sicurezza i pagamenti tramite computer - è stata commissionata dalla società leader mondiale nei pagamenti online, per indagare sulla conoscenza e sul comportamento degli italiani rispetto allo shopping in Internet, ai metodi di pagamento attraverso la Rete e alla sicurezza garantita in questo tipo di transazioni.

L'indagine ha consentito di delineare l'identikit di chi maggiormente si dedica all'e-shopping. Nonostante sia da sempre considerato una prerogativa prettamente femminile, dalla ricerca emerge invece che i maggiori acquirenti online sono invece gli uomini - in particolare la fascia d'età compresa tra i 18 e i 24 anni - abitanti nel Centro Italia.

Ma cosa contribuisce a frenare lo slancio dei consumatori italiani che pure vorrebbero avvicinarsi all'e-shopping? "Il freno principale è rappresentato dal timore di furto dei dati della carta di credito per usi fraudolenti, o dalla preoccupazione di vedersi clonare i dati anagrafici o bancari. Ma preoccupa anche il timore di non ricevere il bene acquistato online, o di vederselo recapitare in tempi lunghi", spiega Elena Antognazza, responsabile di Paypal Italia, precisando che la ricerca evidenzia che gli utenti del servizio del Gruppo eBay acquistano invece con maggior frequenza e più fiduciosamente.

Ma quanto spendono mediamente gli italiani che effettuano acquisti online? "Chi usa PayPal spende un po' di più rispetto ad altri metodi di pagamento: intorno ai 110 euro al mese, contro i 109 di chi non usa la piattaforma proposta dal Gruppo eBay", conclude Antognazza."

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il