BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Commercialisti, notai e avvocati: controllo o aiuto all'evasione fiscale a Report Rai Tre. Video

I professionisti nel mirino di un’inchiesta di Report



Commercialisti, nota, avvocati, liberi professionisti che offrono servizi ai cittadini ma che maneggiano tantissimi soldi: sono stati loro i protagonisti dell’inchiesta della puntata di Report andata in onda ieri sera, domenica 13 maggio, su Rai Tre.

Dalle misteriose srl, alle fondazioni, alle società anonime nei paradisi fiscali, alle imprese pubbliche e private, ai vertici degli ordini professionali, fino ai milioni di euro spariti, il tutto a partire dall'analisi della legge 231 sull'antiriciclaggio che l’Italia recepisce con clamoroso ritardo e che ancora fatica ad attecchire, normativa preziosa ma ignorata, e sullo sfondo, invece, migliaia e migliaia di professionisti che si fanno il mazzo, onestamente.

L’inchiesta di Report è stata condotta da Alberto Nerazzini e ha messo in luce come i liberi professionisti dovrebbero svolgere funzioni di controllo perché innanzitutto i loro studi sono osservatori privilegiati e poi perché, proprio perché hanno a che fare con grosse somme di denaro, devono sottostare agli obblighi e alle verifiche di contrasto al riciclaggio stabilite dalla legge.

La Gabanelli, conduttrice del programma, spiega che l’inchiesta spiega attraverso la storia di banche, società, fondazioni e quant’altro, una rete particolare di liberi professionisti, talvolta ‘agganciati’ alla mafia, talvolta corrotti, talvolta capaci di sottrarre milioni illegalmente.

In particolare l’inchiesta narra le vicende di un istituto di credito chiuso per riciclaggio, quelle di professionisti in odore di mafia che in Lombardia decidono chi candidare alle elezioni, e quelle di altri che assistono i boss della ‘ndrangheta e contemporaneamente ex calciatori di serie A, dediti alle scommesse illegali.

Infine, ecco spuntare anche la testimonianza del fondatore della prima radio privata che, dopo sei anni di carcere, per la prima volta racconta come ha fatto a sottrarre circa 60 milioni di euro dai conti correnti del tribunale fallimentare di Milano, operazioni realizzatasi grazie all’intervento di una nota commercialista.
 


Per visualizzare il video della puntata di Report cliccare qui:


http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-64085629-84a2-4e6d-a30d-2af95303f117.html

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il