BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti online tra persone: siti web italiani crescono

Prestiti tra persone: come funzionano e società



Crescono in Italia i siti web che permettono di effettuare prestiti tra persone che hanno bisogno di soldi. Questa sistema riguarda qualsiasi finanziamento e prestito fra privato attuato tra persone fisiche conoscenti quindi semplicemente prestiti.

In Italia i prestiti tra privati è in costante aumento essenzialmente per due motivi: il primo è che gli istituti di credito negano, per vari motivi, il finanziamento, e il secondo è per risparmiare, perché questa forma di finanziamento prevede tassi solitamente più vantaggiosi perché avviene, appunto tra privati ed è fatto senza la classica intermediazione bancaria. Il tutto si svolge sul web attraverso piattaforme specializzate. 

Questa forma di prestito sociale è nata sette anni fa in Gran Bretagna e si è sviluppata rapidamente negli Stati Uniti, dove ormai rappresenta il 2% dei crediti personali (il Lending Club, a d esempio, eroga prestiti per quasi settecento milioni di dollari), ma anche in Cina.

In Italia lo scambio tra privati ha preso piede ma con qualche difficoltà e solo poche società sono in grado di mettere in contatto prestatori e richiedenti. Le più importanti sono tre: Prestiamoci, la community on line di Vanda, Mivi e gli altri, nata nel 2010, che ha fra i suoi investitori anche la tedesca Smava e Banca Sella, Boober del gruppo Centax e Smartika che fa riferimento a Zopa, società nata in Inghilterra nel 2005.

Nel prestito tra persone, gli investitori diventano Prestatori nei confronti dei Richiedenti in una forma molti-a-molti, traendo entrambi vantaggi che non si esauriscono nell'evidente convenienza economica che deriva dalla ridotta intermediazione tra domanda e offerta.

Il Prestatore suddivide l'investimento su progetti diversi, differenziando e riducendo il rischio, investe in modo consapevole, perché conosce il reale impiego del suo denaro, e può scegliere di privilegiare progetti di cui condivide spirito ed obiettivi; mentre il Richiedente ottiene il finanziamento senza dipendere da un’unica fonte, condivide con la community obiettivi e traguardi, e riceve consigli e supporto da coloro che finanziano il suo progetto, perché è anche loro interesse che questo vada a buon fine.

La richiesta di un prestito deve essere compresa tra mille e 25mila euro, mentre chi presta può arrivare a mettere 50mila euro. Alcune società legano il richiedente a una classe di merito creditizio, per cui più sono alte e più il tasso è basso.Solitamente la propria richiesta viene spalmata in 48 mesi, quasi in un tempo maggiore.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il