BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da Business Online gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica.

OK

Cerca

Cerca tra i nostri articoli

OK


Spread btp-bund in forte aumento: Italia ancora in pericolo e crisi in aumento

Torna a salire lo spread: Italia esposta ancora alla crisi


Torna a salire prepotentemente lo Spread btp e bund tedeschi oltre quota 422 punti e il rendimento dei titoli decennali è al 5,68%. Giornata difficile ieri per le Borse europee: l'indice Stoxx 600, che registra l'andamento dei principali titoli dei listini del continente, ha ceduto l'1,80%, che equivale a 120 miliardi di euro bruciati in una seduta.

Milano, con un calo del 2,74% dell'indice Ftse All share, ha 'perso' da sola 9 miliardi di capitalizzazione. Piazza Affari paga le tensioni sull'area euro e accusa una prima seduta di settimana di forti cali, con l'indice dei titoli principali che è sceso nuovamente sotto i 14mila punti.

L'Ftse Mib ha chiuso in perdita del 2,74% a 13.660 punti, l'Ftse All share in calo del 2,64% a quota 14.699: vicini ai minimi del settembre scorso nel pieno dell'allarme spread e anche da quelli del marzo 2009, il culmine del crollo dei mercati per la crisi generata dai mutui sub-prime.

L'Italia, dunque, resta uno dei Paesi più esposti, alla crisi e nonostante ci sia stato, qualche sintomo di ritornato entusiasmo, dovuto all’avvento del governo tecnico guidato dal premier Monti dopo le dimissioni di Berlusconi, il periodo nero non è per niente passato, tutt’altro. Il percorso di riforme del Governo Monti è ancora a metà strada e perché l’Italia torni a ‘correre’ in Europa è necessario che l’attuazione di queste riforme porti i suoi risultati.




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 15/05/2012 alle ore 07:07