BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Statali assenti e poco produttivi in base a stipendi: critiche Corte dei Conti

Troppi tagli e gli statali diminuiscono e sono poco produttivi: il rapporto



Gli stipendi dei dipendenti pubblici statali sono troppo alti rispetto a quelli dei colleghi europei e alle prestazioni di efficienza che essi garantiscono ai cittadini: i dipendenti statali finiscono così nel mirino di un nuovo rapporto della Corte dei conti.

Il rapporto contiene un grafico che mostra come la produttività, cresciuta nel 2010 di oltre il 2%, sia tornata lo scorso anno a zero, ricominciando nel 2012 perfino a scendere, mentre il costo del lavoro per unità di prodotto riprende a salire. Colpa, sempre secondo la Corte dei Conti, dell’assenza della meritocrazia.

Sempre secondo la Corte dei Conti, i continui tagli stabiliti dal governo pesano inevitabilmente sulla Pubblica Amministrazione e lo fanno in maniera negativa sia sotto il punto di vista della quantità sia della qualità dei servizi erogati.

L’assenza e la poca produttività dipenderebbe, dunque, da un sistema di premialità individuale inesistente ma che se, invece, al contrario esistesse, spronerebbe certamente molto i più gli statali a svolgere i proprio incarichi con più parsimonia.


Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il