BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Assicurazioni Auto: tariffe più alte per aumento aliquote 2012 province. Lista città

Ritocco all’insù dell’aliquota sull’assicurazione al 16%: le province interessate



Sale l'imposta provinciale sull'assicurazione auto: secondo quanto riporta la Uil saranno 68 le Province che quest'anno applicheranno la maggiorazione dell'aliquota dell'assicurazione auto, rispetto alle 36 dello scorso anno.

Secondo i primi dati emersi, due province su tre hanno già deciso di penalizzare i propri contribuenti facendo pagare di più il premio sulla responsabilità civile auto.

Oltre il 60% delle Province ha dunque deciso di applicare l’aliquota massima stabilita dalla legge, che corrisponde a un prelievo massimo sulla assicurazione obbligatoria RC auto, cioè la responsabilità civile, portandola dal 12,5 a 16%. Le amministrazioni locali avrebbero anche la possibilità di ridurre l’imposta, che varia dal 9 al 16%, ma sono davvero poche quelle che lo faranno.

Tra queste, Aosta, Firenze, Bolzano e Trento.  Aumenti previsti, invece, a Livorno, Bari, Agrigento, Parma, Lodi, Trapani, Mantova, Fermo, Enna. A Roma, infine, l’aliquota sulle assicurazioni è rimasta a112,5%, mentre a marzo è scattato un ulteriore aumento del 10% sull’Ipt (ora al 30%), ma non per gli operatori dei trasporti.

Per quanto riguarda i costi in generale, al sud il prezzo medio di una polizza per chi non è stato coinvolto in sinistri negli ultimi 5 anni è stato pari a 1.456 euro l’anno, con 1.119 al centro e 920 euro al nord, differenza che oggi, rispetto al passato, non trova giustificazione, considerando che negli ultimi 5 anni solo l’11% dei guidatori del sud è stato coinvolto in un incidente, contro il 12,7% del nord e il 15,1% del centro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il