BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Terremoto Emilia Romagna: nuove scosse nella notte e forte pioggia. Video e ultime notizie

L’Emilia trema: vittime e feriti al Nord



Sabato 20 e domenica 21 maggio, la terra trema al Nord. In tutto sette le vittime, tremila gli sfollati, 50 i feriti, e altre scosse nel corso della giornata di ieri: domenica 20 maggio, ore 4:04, la terra trema, una scossa di magnitudo 6 scatena la paura nella notte di Bologna, Venezia, Milano, Torino, Trieste, Bolzano.

L'epicentro è stato registrato in Emilia-Romagna, dove già a gennaio si erano registrate scosse tra le province di Modena e Ferrara. Il bilancio è drammatico, i morti sono sette, sei dei quali nel Ferrarese e uno in provincia di Bologna, una cinquantina i feriti lievi nel Modenese, tra cui un vigile del fuoco, e circa tremila sfollati che hanno trascorso la notte in albergo o nelle tendopoli allestite dalla Protezione civile, mentre continua a cadere una pioggia battente sta mettendo sempre più in ginocchio le aree colpite e sul web impazzano video dei momenti più tragici, che stanno facendo il giro in Italia e nel mondo, e da cui traspare paura, timore, panico.

Il presidente del Consiglio Mario Monti, dopo aver partecipato alla cena del vertice Nato, ha lasciato Chicago diretto in Italia, dopo le 22 ora locale, le 5 del mattino in Italia. Incalcolabili al momento i danni, per i quali martedì il Consiglio dei Ministri dichiarerà lo stato di emergenza, mentre si susseguono le scosse dello sciame sismico.

Dalla prima scossa delle 4.05 di domenica, sono state registrate altre 150 scosse, alcune solo strumentali, ma la maggioranza chiaramente avvertite dalla popolazione. Tra le tante scosse, una di magnitudo 3.3 alle 5:35, un'altra di 2.9 alle 5:44, e un’altra alle 15:18 che ha fatto salire la scala Richter fino a 4.1, provocando nuovi crolli e seminando altra paura tra le popolazioni.

Palestre, tendoni, docce e servizi igienici: la Protezione civile si è mobilitata velocemente per assistere le migliaia di sfollati a causa del terremoto a tempo di record e si prevede di allestire nuovi posti letto per 4.500 cittadini, secondo quanto ha reso noto il direttore della Protezione civile Emilia Romagna Demetrio Egidi. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il