BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni amministrative 2012: affluenza Parma non cala. Vittoria Movimento 5 stelle Grillo possibile

Ballottaggi amministrative 2012: affluenza alle urna e sfida di Parma



Il ballottaggio per le elezioni amministrative 2012, che si sta svolgendo in 118 comuni e che coinvolge oltre 4,5 milioni di persone, è stato caratterizzato da un forte calo dell'affluenza alle urne, che ieri alle 19 è stata del 27,8% contro il 36,6% di due settimane fa.

A Taranto l'affluenza è crollata di oltre 10 punti percentuali, fermandosi, infatti, al 19% contro il 29,6% di due settimane fa; forte calo di affluenza anche a Trani dove, a mezzogiorno, aveva votato il 10,63% contro il 16,65% del 6 e 7 maggio e alle 19 ha votato solo il 27,5% contro il 43,6% del primo turno, con un calo di quasi 16 punti. In controtendenza l'Umbria dove, alle 19, aveva votato il 38,6% battendo la percentuale dei votanti di due settimane fa che si era fermata al 36,9%.

Nonostante il terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna, non è però calata l’affluenza alle urne nei comuni chiamati al voto del ballottaggio nella Regione, da Parma, dove è in corso una sfida particolare tra Vincenzo Bernazzoli, appoggiato da una coalizione composta da tutti i partiti del centrosinistra, e il candidato del Movimento 5 Stelle, Federico Pizzarotti, informatico in una banca di Reggio Emilia, classe 1973, a Piacenza, Comacchio e Budero.

Del tutto assente dalla sfida di Parma, dunque, il Pdl, mentre su Pizzarotti potrebbero convergere i voti del centro-destra. A Piacenza, alle 19, aveva votato solo il 32,9% contro il 41,1% del 6 e 7 maggio scorsi; a Parma è andato alle urne il 37,7% dei votanti contro il 40,2% del primo turno. Il calo dell'affluenza è stato però forte nei comuni in cui la sfida è la più attesa, come Genova.

Calo record di affluenza anche a Palermo, dove alle 19 aveva votato il 22,3% contro il 36,5% della stessa ora al primo turno; meno nove punti percentuali di affluenza per l'Aquila, passata dal 39,7% del primo turno al 30,5% delle 19 di ieri, mentre in Lombardia occhi puntati soprattutto sui capoluoghi: Como, dove a contendersi la poltrona di sindaco ci sono il candidato del centrosinistra Mario Lucini e del Pdl Laura Bordoli, e Monza, dove si sfidano Roberto Scanagatti del centrosinistra e Andrea Mandelli sostenuto da Pdl e Destra.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il