Google prepara Gdrive

Dopo Gmail, sarà Gdrive. Del nuovo servizio di Data Storage online targato Google si sa ancora poco o nulla



Dopo Gmail, sarà Gdrive. Del nuovo servizio di Data Storage online targato Google si sa ancora poco o nulla, se non quello che un blogger ha rivelato dopo aver rintracciato "per caso" in rete una presentazione del progetto destinata ad uso interno all'azienda californiana e finita per errore su internet.

Sulla potenza e portata di un servizio che dovrà confrontarsi con le sterminate necessità di storage di milioni di utenti tornerò quando se ne saprà qualcosa in più.

Intanto mi chiedo: possibile che a Mountain View non sappiano tenere un segreto che sia uno? Preferisco pensare che questa ennesima fuga di notizie sia stata "pilotata" per creare attesa e interesse intorno al nuovo prodotto ma, nel caso sia vero, credo anche che Google stia ormai abusando di questo sistema. Voi che ne pensate?

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il