BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Facebook: azione in forte ribasso. I motivi della perdita di valore

Il prezzo delle azioni di Facebook è diminuito fortemente nel giro di pochi giorni dal lancio. Motivi ed indiscrezioni che hanno causato tale perdita.



A soli pochi giorni dall'ingresso in borsa di Facebook il titolo ha perso molto valore, si parla di circa il 25% in meno rispetto al valore dell'azione il giorno del lancio (18 Maggio 2012).

Le motivazioni di tale ribasso sono molteplici, vediamo di chiarirne una ad una.

Subito dopo il forte rialzo dovuto all'ingresso del titolo nel Nasdaq, si è avuto un ribasso che ha fatto chiudere la giornata poco sopra il prezzo di apertura. Voci di corridoio parlano di un aiuto da parte della banca Morgan Stanley per sostenere le quotazioni, altrimenti il risultato finale sarebbe stato molto diverso.

Addetti ai lavori sostengono che tale ribasso sia dovuto all'alto prezzo di quotazione iniziale del titolo (38 dollari ad azione), che corrispondono ad una capitalizzazione di 104 miliardi di dollari, molto più alta rispetto al fatturato 2011 di Facebook che si aggira su 3,71 miliardi di dollari.

I vertici di Facebook, Mark Zuckerberg in primis, si aspettano una forte crescita del fattura nel prossimo periodo, considerando che comunque il numero di utenti di iscritti a Facebook continua ad aumentare vertiginosamente giorno dopo giorno. Zuckerberg non si annuncia, quindi, scoraggiato per la perdita di valore del titolo (da 45 a 33 dollari in soli 4 giorni) e non è il solo. Diversi, infatti, sono gli addetti ai valori che prevedono una crescita del titolo, il quale secondo le previsioni si potrebbe assestare sui 48 dollari per azione alla fine del 2012.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il