Agevolazioni 36% al 50%, detrazioni mutui più alta e esenzione imu in decreto crescita Monti

Le novità del dl crescita: cosa prevedono



Pronte novità sul fronte della detrazione fiscale del 36% sulle ristrutturazioni edilizie e della detrazione fiscale del 55% per le riqualificazioni energetiche degli edifici.

Il decreto-legge per la crescita che il Governo sta preparando e che potrebbe essere varato già venerdì prossimo dal Consiglio dei Ministri prevede che l’aliquota della detrazione sulle ristrutturazioni potrebbe salire dal 36% al 50% e il tetto di spesa da 48 mila a 96 mila euro. Più in particolare, la proposta prevede di potenziare la detrazione del 36%, elevando l'aliquota al 50% ed innalzando il tetto di spesa, per ciascuna abitazione, dai 48.000 euro attuali a 96.000 euro.

L'altra misura allo studio del governo sarebbe la messa a regime della detrazione del 55% sulle spese per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, mantenendo l'attuale aliquota del 55% e conservando il bonus sostanzialmente così com’è.

Secondo le stime contenute nella relazione tecnica, il gettito aumenterebbe di 49,2 miliardi nel 2013 e di 30,2 miliardi nel 2014. Tra le altre misure la totale detrazione degli interessi passivi sui mutui per l'acquisto della prima casa, ampliando in modo consistente l'attuale agevolazione parziale; l'esenzione dall'Imu per due anni per l'acquisto di prime case di valore dichiarato nell'atto di trasferimento fino a 200 mila euro; la detrazione delle imposte di registro per compravendite di abitazioni di valore fino a 200 mila euro.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il