BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti pubblici: licenziamenti possibili per Ministro Fornero. Reazione sindacati

Anche nella PA si dovrebbe poter licenziare e i sindacati insorgono



“Quello dei dipendenti pubblici non è un mercato perchè ci sono regole diverse. Mi auguro che qualcosa di simile a quello fatto per i dipendenti privati, relativamente alla possibilità di licenziare, sia inserito nella delega anche per i dipendenti pubblici”.

Così ha parlato il ministro del Lavoro Elsa Fornero rispondendo agli studenti durante un incontro all'Università di Torino, sottolineando che “Patroni Griffi ha questa delega, noi siamo in contatto, stiamo lavorando insieme: non vogliamo ci siano difformità di trattamento tra pubblico e privato”.

Parole del ministro per affermare che anche nel mondo della P.A. si dovrebbe poter licenziare, affermazione che ha provocato l'immediata reazione del collega della Pubblica Amministrazione Filippo Patroni Griffi: “il tema è già previsto nel testo predisposto per la legge delega, ma ritengo sia opportuno approfondire alcuni aspetti tecnici in Cdm”.

Reazioni immediate anche da parte dell'opposizione politica al governo, in parlamento e fuori, e dalla Cgil. “Un auspicio del genere, espresso perlopiù in una fase di gravissima crisi economica, è il segno di come il ministro non abbia chiaro il titolo del suo Ministero: è a capo del dicastero del lavoro e non certo dei licenziamenti”, ha detto il responsabile Settori pubblici della Cgil Nazionale, Michele Gentile, replicando alle parole del ministro del Lavoro.

I dipendenti pubblici, ricorda il sindacalista, “sono sottoposti ad una chiara regolamentazione, con una disciplina rigida e con le previsione per i licenziamenti scritte nei contratti di lavoro stessi”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il