BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Auto elettrica: bonus di 5000 euro. Date, condizioni e modelli per sconto fiscale

Bonus fino a 5mila euro per chi rottama la propria vettura e sceglie un’auto elettrica: come funziona



Previsto un bonus fino a 5.000 euro per chi decide di acquistare un’auto elettrica rottamando la propria vettura: questo quanto prevede un testo congiuntamente presentato dalle commissioni Trasporti e Attività produttive della Camera, che contiene norme per favorire la diffusione di automobili a basse emissioni.

Il testo è di 15 articoli e prevede uno stanziamento di 420 milioni in tre anni a partire dal 2013. E' stato messo a punto dai relatori Deborah Bergamini (Pdl) e Marco Maggioni (Lega) a partire da tre proposte di legge di Andrea Lulli (Pd), Agostino Ghiglia (Pdl) e Giuseppe Scalera (Pdl).

Oltre al contributo per l'acquisto dell'auto, il testo prevede anche un piano infrastrutturale per la ricarica e tariffe gas ed elettriche di vantaggio nella fase iniziale del mercato.

La norma, si legge nel testo, è finalizzata allo sviluppo della mobilità sostenibile, con la creazione di una rete infrastrutturale per la ricarica dei veicoli e sostanziosi incentivi per il loro acquisto.

Chi compra in Italia, anche in leasing, un'auto elettrica, a fronte di una rottamazione, nel 2013 avrà un contributo fino a 5 mila euro per i veicoli che producono emissioni inquinanti non superiori a 50 grammi a chilometro di anidride carbonica e fino a 1.200 per un'emissione tra i 50 e i 95 grammi di Co2.

Un bonus che scende a 4 mila e mille euro nel 2014 e fino a 3 mila e 800 euro nel 2015. Previsto, inoltre, un piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica per garantire su tutto il territorio livelli minimi di accessibilità al servizio di ricarica.

Riepilogando, dunque, il bonus, per il 2013 sarà pari a 5.000 euro per emissioni non superiori a 50 g/Km CO2, e fino a 1.200 euro per quelle tra 50 g/Km CO2 e 95 g/Km CO2; nel 2014 scenderanno rispettivamente a 4.000 e 1.000 e nel 2015 a 3 mila e a 800 euro. Beneficeranno del contributo coloro che effettueranno acquisti tra il primo gennaio 2013 e il 31 dicembre 2015.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il