BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma del lavoro 2012 Fornero-Monti: legge ufficiale oggi. Le novità e cosa cambia

Le novità della riforma Lavoro: oggi l’ufficialità



Sarà votata questa mattina per diventare ufficialmente legge la nuova riforma del Lavoro firmata Monti-Fornero. Dopo aver incassato la fiducia su due dei quattro maxi-emendamenti che racchiudono l'intero testo, oggi si attende il risultato definitivo.

Il primo emendamento sostituisce dal primo articolo al 21 e riguarda sia la flessibilità in entrata sia la flessibilità in uscita; la seconda tranche arriva all'articolo 40 e riguarda gli ammortizzatori sociali; il terzo emendamento dall'articolo 41 al 54, sulle tutele in costanza di rapporto di lavoro e bilateralità; e il quarto, che comprende gli articoli dal 72 al 77 sulla maternità e la paternità, i lavoratori disabili, le politiche attive per il lavoro e le coperture dl provvedimento.

Sul tavolo, dunque, flessibilità in entrata, flessibilità in uscita, ammortizzatori sociali, formazione e articolo 18. Per quanto riguarda quest’ultimo punto, le modifiche apportate ai licenziamenti prevedono meno discrezionalità del giudice nella scelta fra reintegro e indennità e arriva la conciliazione obbligatoria prima di procedere al licenziamento economico.

Le altre novità sui licenziamenti prevedono poi sempre nullo il licenziamento discriminatorio intimato, per esempio, per ragioni di credo politico, fede religiosa o attività sindacale; sul licenziamento per motivi economici, poi, in caso di annullamento da parte del giudice, varrà il reintegro del lavoratore solo in alcuni casi. Diversamente gli spetterà un'indennità risarcitoria onnicomprensiva che andrà da un minimo di 12 a un massimo di 24 mensilità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il