BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: F24 vecchio o modello semplificato. Codici tributi e regole compilazione per pagare

I nuovi codici Imu e i modelli da compilare



Si parte il 18 giugno con il primo acconto poi la scelta di pagare la nuova Imu, tassa sulla casa, in due o tre rate, e quindi 16 settembre e 16 dicembre. Se si sceglie di pagare in tre rate, nella prima e nella seconda si pagherà un terzo dell’imposta, mentre la terza, quella del saldo, terrà conto anche dei ritocchi sulle aliquote che saranno stabiliti dai diversi Comuni d’Italia.

L'acconto di giugno della nuova Imu si pagherà con le aliquote di base e la detrazione già fissata per la prima abitazione. Per l'anno 2012 il pagamento della prima rata dell'imposta municipale propria è effettuato, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in misura pari al 50% dell'importo ottenuto applicando le aliquote di base e la detrazione previste.

I contribuenti dovranno pertanto dunque calcolare l'importo della tassa, moltiplicando per 160 la rendita catastale (rivalutata del 5%), applicare l'aliquota di base (il 4 per mille sulla prima casa, il 7,6 per mille su tutti gli altri immobili), togliere le detrazioni forfettarie, che sono pari a 200 euro più 50 euro per ogni figlio a carico di età fino a 26 anni, e pagare la metà di quest'importo.

A dicembre, con il saldo, si pagherà il resto, tenendo conto delle aliquote effettivamente stabilite nel frattempo dal Comune di residenza, che possono essere il 2 per mille in più o in meno per la prima casa (quindi dal 2 al 6 per mille) e il 3 per mille in più o in meno sugli altri immobili (per i quali l'Imu può variare, dunque, da un minimo dello 0,46% al massimo dell'1,06%). L'agenzia delle Entrate ha reso noti i codici tributo per il modello F24. I nuovi codici servono per pagare la prima rata Imu 2012.

I modelli telematici F24 sono stati aggiornati, sostituendo la dicitura ‘Ici’ con ‘Imu’ e sono stati anche istituiti i codici necessari per il versamento dell'imposta, inclusi gli interessi e le sanzioni in caso di ravvedimento. Il nuovo modello F24 è disponibile, in versione cartacea presso banche, Poste e agenti della riscossione, mentre in formato elettronico è disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

L'agenzia delle Entrate ha anche approvato un modello di pagamento unificato per agevolare i contribuenti che devono pagare e compensare i tributi erariali, regionali e degli enti locali, compresa l'imposta municipale propria, presso gli agenti della riscossione, delle banche convenzionate e degli uffici postale.

La nuova versione è composta da una unica pagina e si divide in due parti: quella superiore che è la copia per chi effettua il versamento e quella inferiore che è la copia per la banca, l'ufficio postale o l'agente della riscossione. Insieme all'F24 semplificato all'indirizzo internet www.agenziaentrate.gov.it sono disponibili anche le istruzioni per la compilazione con tutte le indicazioni su cosa riportare nelle varie caselle, come compensare i crediti e uno specifico paragrafo dedicato all'Imu.

Il provvedimento, infine, estende la modalità di versamento F24EP per consentire agli enti pubblici il versamento dell'Imu e chiarisce che possono essere utilizzati anche i modelli F24 precompilati già distribuiti ai contribuenti. Per il modello F24 bisognerà compilare il campo, indicando ‘0101’ se si sceglie di pagare l'intero acconto a giugno o ‘0102’ se invece si preferisce presentarsi alla cassa a giugno e a settembre.

Per la compilazione del modello f24, bisognerà indicarvi sulla riga corrispondente la parte dell'imposta dovuta allo stato e quella al comune e si potranno, inoltre, indicare anche immobili posseduti in comuni diversi utilizzando i codici corrispondenti.

Di seguito i codici tributo da segnalare all'atto del pagamento: 3912 imu- imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze, articolo 13, c. 7, d.l. 201/2011, comune; 3913 imu- imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale , comune; 3914: imu- imposta municipale propria per i terreni, comune; 3916 imu- imposta municipale propria per le aree fabbricabili, comune; 3923 imu- imposta municipale propria, interessi da accertamento, comune; 3924 imu- imposta municipale propria, sanzioni da accertamento, comune; 3915 imu- imposta municipale propria per i terreni, stato; 3917 imu- imposta municipale propria per le aree fabbricabili, stato; 3918 imu- imposta municipale propria per gli altri fabbricati, comune; 3919 imu- imposta municipale propria per gli altri fabbricati, stato.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il