Microsoft rivela l'Origami: al via una nuova generazione di pc portatili

Pesa meno di un chilo, ha uno schermo da 7 pollici touchscreen e integra tutte le funzioni del sistema operativo Windows Xp



Pesa meno di un chilo, ha uno schermo da 7 pollici touchscreen e integra tutte le funzioni del sistema operativo Windows Xp: è Origami, o meglio, è il nuovo Ultra-Mobile PC presentato da Microsoft e dalle prima aziende che lo produrranno, ovvero Samsung, Asus e la cinese Founder Group. Ecco svelato il segreto che il colosso informatico di Bill Gates ha nascosto nelle ultime settimane sotto il nome in codice ''Origami''.

L'occasione per mostrare al mondo intero la tanto attesa creatura, per la quale Microsoft ha costruito un'importante campagna pubblicitaria, non poteva che essere il Cebit 2006 di Hannover, in Germania. L'UMPC, questa la sigla scelta per identificare la nuova categoria di prodotto, è un Pc che coniuga dimensioni estremamente compatte con prestazioni e flessibilità di utilizzo davvero eccellenti.

Il progetto Origami punta a creare un nuovo segmento di mercato, posizionato tra quelli già ben avviati dei portatili, dei tablet PC e dei palmari. Gli Ultra-Mobile PC, dotati di processori Intel, offrono connettività Wi-Fi 802.11b/g e Bluetooth 2.0, oltre agli slot per Sd e Multimedia Card.

Gli utenti di Origami potranno così navigare senza fili, grazie alla connessione Wireless, ascoltare musica, vedere film, giocare e, naturalmente, sfruttare tutte le potenzialità dei software per Windows, a partire dalle applicazioni Microsoft Office. Ultra-Mobile PCRiguardo ai primi Ultra-Mobile PC prodotti, quello di Samsung, il Q1, arriverà sul mercato già ad aprile ed integrerà un Celeron M a 900 MHz con 512 Mb di Ram, mentre per l'offerta di Asus sappiamo che sarà arricchita da lettore di impronte digitali, ricevitore Gps e videocamera da 1.3 megapixel. L'Origami di Founder Group, probabilmente meno curato nel design, si distinguerà invece per l'adozione di uno schermo più brillante dei concorrenti.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il