BusinessOnline - Il portale per i decision maker








IMU: scadenza per pagare confermata anche se CAF chiedono proroga. Per ritardi multa minima

Gli sportelli CAF sono stati presi d'assalto dalle richieste di calcolo dell'IMU. Ma la data di scadenza della prima rata sarà confermata. Vediamo in dettaglio a quanto ammonteranno le sanzioni in caso di pagamento in ritardo.



La scadenza della prima rata per il pagamento dell'IMU è sempre più vicina (18 Giugno), gli sportelli dei Centri di Assistenza Fiscale (CAF) stanno venendo letteralmente presi d'assalto dai cittadini per calcolare l'importo dell'IMU da pagare.

Il Direttore della CAF di Venezia, Cristian Rosteghin, sostiene che una proroga della prima data di scadenza sarebbe auspicabile visto il grande numero di richieste di calcolo ricevuto.
Ricordiamo che per richiedere il calcolo dell'importo della nuova tassa sulla casa IMU da pagare è necessario essere in possesso del valore catastale del proprio immobile. Per questo motivo, oltre che alle code agli sportelli CAF, si aggiungono le code agli uffici del Catasto di persone che vogliono sapere il valore catastale della propria casa.

C'è già chi fa i calcoli per sapere a quanto ammonterà la multa in caso non si riuscisse a pagare la prima rata in tempo. L'ammontare delle sanzioni in caso di ritardo nel pagamento è una cifra irrisoria.
L'Associazione Artigiani e Piccole Imprese di Mestre ha calcolato l'importo da pagare in caso di ritardo su un IMU di 150 euro (da pagare in 3 rate): con un ritardo entro 15 giorni 1,55 euro di multa, con ritardo entro 30 giorni 1,60 euro di multa, con ritardo entro 1 anno la multa sarà di 3,13 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il