BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: compilazione F24 e calcolo. Problemi prima, seconda casa e terreni. Rinvio data presentazione

Rinvio primo pagamento Imu 2012? I problemi



Il primo pagamento dell’imposta sulla casa potrebbe essere rinviato di un mese. sull’imposta sulla casa a causa dei problemi di compilazioni che l’Imu sta creando, nonostante aiuto e supporto di Caf, associazioni e calcolatori online.

Se c’è chi parla di uno slittamento di un mese, c’è anche chi ritiene che il rinvio potrebbe essere al massimo di due settimane, ma dal ministero dell’Economia il portavoce assicura che finora l’ipotesi di una proroga non è stata presa in considerazione.

Anche Alessandro Pagano (Pdl), membro della commissione Finanze della Camera, auspica pure un rinvio “Viste le difficoltà oggettive riscontrate da commercialisti e studi fiscali nell’effettuare il corretto calcolo dell’Imu, alle quali devono sommarsi quelle incontrate dai singoli cittadini nella compilazione del modello F24 nonché i ritardi accumulati da molti Comuni”.

Per fare qualche esempio di come calcolare l’Imu, prendiamo il caso di un contribuente sposato e con due figli conviventi con meno di 26 anni (la detrazione è divisa con la moglie in parti uguali), che possiede la sua abitazione principale e un garage pertinenziale al 50% con la moglie e una piccola casa al mare in Calabria, ereditata dai genitori e posseduta al 100%.

L'abitazione principale ha una rendita di 975 euro, che aggiornata al 5% e moltiplicata per 160 dà un valore Imu di 163.800 euro, che al 50% fa 81.900 euro. Applicando l'aliquota del 4% prevista per l'acconto del 18 giugno e scontando la quota delle detrazioni spettanti (cioè 100 + 50), il risultato è un'Imu annuale di 327,60 euro per l'abitazione principale, 45,36 per il box e 440,78 per la seconda casa.

Nel modello F24 si indicherà solo il codice tributo 3912 e il codice del comune (Roma) dove si trovano casa e box, cioè H501. La rateazione scelta è in due rate, quindi si indica 0101. L'anno di riferimento è sempre il 2012. La detrazione va anch'essa divisa a metà, quindi si scrive 75 euro.

Per la seconda casa (rendita di 345,22 euro), invece, occorrono due righi, praticamente identici tranne che per il codice tributo, perché la somma per l'acconto (220,34, la metà di 440,78) va scorporata in due parti uguali di 110 euro, una al Comune (codice tributo 3918) e uno allo Stato (codice tributo 3919), indicando sempre che si tratta di un (1) immobile.

La rateazione è fissa su due rate quindi non si indica nulla nella relativa colonna. In questo caso non sono previste detrazioni. Infine, nella parte per la banca (o le poste o l'agente della riscossione) si può indicare il codice Iban per l'addebito diretto sul conto corrente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il