BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi euro: taglio rating Spagna. Piano di aiuti oggi dall'Ue e Bce è probabile

Taglio rating Spagna: Madrid chiederà aiuti?



Dopo il taglio rating da parte dell’agenzia Fitch che ha declassato la Spagna a livello BBB, motivando il provvedimento con i presumibili alti costi derivanti dalla ricapitalizzazione del settore bancario, che l'agenzia stima intorno ai 60 miliardi di euro (circa il 6% del Pil), uniti all'alto livello del debito pubblico che dovrebbe arrivare al 95% del Pil nel 2015 proprio considerando i costi della ristrutturazione bancaria, sembra che la Spagna chiederà proprio oggi un pacchetto di aiuti per il proprio sistema bancario.

Questo per lo meno è quanto riferito dall'agenzia Reuters, citando fonti sia dell'Unione europea, sia della Germania. “È meglio che la Spagna non rinvii la richiesta di aiuti alla Ue perchè più si aspetta più aumenta il costo del salvataggio” ha detto l'esponente della Bce Ewald Nowotny, senza però commentare le voci secondo cui Madrid intenderebbe chiedere aiuto nel fine settimana.

Intanto da Madrid, il ministero spagnolo dell'Economia ha detto di non essere al corrente di una possibile conferenza dell'Eurogruppo per discutere delle richieste di aiuto della Spagna.

Il motivo per cui Madrid non vuole chiedere denaro direttamente al fondo di stabilità europeo EFSF è la paura di penalizzare l'immagine del paese sui mercati finanziari e fare la fine di Irlanda, Portogallo e Grecia, paesi oggetti di programmi di aiuti a cui sono imposte drastiche condizioni di politica economica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il