BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: due o tre rate. Calcolo, compilazione F24 e modalità per pagare

Pronti al primo pagamento Imu: come fare e rate da pagare



Mancano pochi giorni all’appuntamento con il primo pagamento Imu 2012, quello dell’acconto, previsto per il 18 giugno e che terrà conto delle aliquote minime rispettivamente del 4 e del 7,6 per mille suscettibili di rialzi.

Per l'abitazione principale, l'imposta potrà essere pagata quest'anno in tre rate, ognuna delle quali pari a un terzo dell'imposta anziché il 50% previsto per la ripartizione classica tra acconto e saldo.

L'Imu per l'abitazione principale (e pertinenze) si potrà, dunque, pagare in tre rate, di cui il 33% entro il 18 giugno 2012, il 33% entro il 17 settembre 2012 e il saldo con l'eventuale conguaglio si dovrà versare entro il 17 dicembre 2012. Ma si può anche decidere di pagare l’Imu in due rate.

La rateizzazione vale però solo per i possessori di prima casa e rappresenta un’opzione per agevolare i proprietari di casa, che, nel caso non avessero problemi di pagamenti, potrebbero comunque versare l’Imu in due rate. Decidere, dunque, di pagare in due o tre rate sarà a discrezione del contribuente, ma sarà un’opzione valida solo per questo 2012.

Dal 2013, infatti, il calendario tornerà a essere scandito nelle consuete due date di giugno e dicembre. Inoltre, il primo pagamento Imu si effettuerà con l’acconto di giugno che sarà calcolato con le aliquote di base e la detrazione già fissata per la prima abitazione.

Per pagare la tassa sulla casa si potranno utilizzare i modelli telematici F24 che sono stati aggiornati, sostituendo la dicitura ‘Ici’ con ‘Imu’ e sono stati anche istituiti i codici necessari per il versamento dell'imposta, inclusi gli interessi e le sanzioni in caso di ravvedimento. Per pagare l’imposta sulla casa, Imu bisognerà compilare il modello F24,  disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate ed anche sul sito di Poste Italiane.

I contribuenti potranno, infatti, pagare l’imposta sulla casa compilando direttamente dal proprio computer il modulo F24. Il cliente, anche se non registrato al sito, può accedere al modello da compilare alla pagina dedicata e riempire i campi previsti. U

na volta inserite, le informazioni saranno verificate e certificate e poi salvate dal sistema e trasferite in tempo reale ai terminali degli uffici postali. Ogni modello F24 compilato su web avrà un determinato codice identificativo per il riconoscimento della singola pratica.

Dopo di che il cliente dovrà solo salvare sul proprio computer il modello F24 che ha compilato in formato Pdf, stamparlo e portare tutte le tre copie all'ufficio postale per il pagamento. I clienti BancoPostaOnline e BancoPosta Click potranno effettuare il pagamento direttamente online su www.poste.it con addebito in conto corrente e con carta di credito.

Compilare il modello F24 su www.poste.it è molto semplice e permette di diminuire sensibilmente i tempi di esecuzione della pratica agli sportelli. Chi non paga o sbaglia a compilare il modello F24 per il pagamento dell’imposta sulla casa e chi paga in ritardo dovrà pagare una sanzione del 30%. Entro un anno è possibile ravvedersi con una sanzione ridotta al 6,25% interessi compresi. Ma se arriva un controllo salta tutto e si torna al 30%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il