BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp: conviene investire ora con spread btp-bund in rialzo. Ma ci sono anche rischi

Investire di Btp e rischi da considerare



Investire in Btp oggi potrebbe convenire, considerando il rialzo dello spread tra bund e btp e considerando che valgono il 6% e oltre sulle scadenze decennali per scendere fino al tre% se si scende lungo la curva fino al Bot annuale.

Rendimenti elevati e non certo sostenibili nel lungo periodo, ma finchè regneranno l'incertezza e la sfiducia difficilmente le cose miglioreranno. Se si decide di investire in Btp, sarebbe meglio, secondo gli esperti, non osare con scadenze troppo lunghe in modo da non rischiare su un tempo lungo e di non sbilanciare tutte le scelte sull'Italia.

Bisogna considerare che i livelli di oscillazione più marcati sono sempre sulle scadenze medio lunghe. In particolare, è la durata decennale a far riflettere (se i rendimenti scendessero di un punto i prezzi salirebbero da 91 a 97) e solo l’investitore con una maggiore propensione al rischio o con la capacità di comprare e vendere più volte la stessa emissione (il trader) decide di destinare liquidità a questo prodotto.

Molti altri scelgono durate inferiori, perché è vero che offrono rendimenti teorici più bassi, ma, in compenso, espongono ad un rischio tassi (oscillazioni dei prezzi) molto più contenuto.

Due i principali rischi da considerare: la capacità di sopportare perdite se lo spread ritornasse a quota 550 (perdite teoriche perchè finchè non si vendono, non si perde nulla); e il rischio, che poi è quello maggiore, di un’Italia fuori dall'euro o in generale che questa situazione di crisi persistente dei Paesi dell’Eurozna porti al fallimento definitivo della moneta unica. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il