Spagna: BAA3 con nuovo taglio rating di Moody's. E capitali fuggono come dalla Grecia

Scure di Moody’s sulla Spagna. Lettera del premier Rajoy a Bruxelles



La scure di Moody’s si abbatte ancora su Madrid: nella tarda serata di ieri, infatti, l’agenzia ha tagliato il rating della Spagna di tre gradini a causa dell'indebolimento dell'economia e dell'eccessivo peso del debito.

Il rating iberico passa così a 'Baa3' da 'A3', a un gradino sopra il livello spazzatura. Fra le motivazioni citate dall’agenzia di rating, i 100 miliardi di euro per il salvataggio delle banche e il molto limitato accesso ai mercati. Moody’s poi avverte che il giudizio del Paese resta sotto osservazione per un eventuale ulteriore downgrade.

Intanto il premier spagnolo, Mariano Rajoy, in vista del braccio di ferro con Berlino che si profila al consiglio europeo di fine mese, si rivolge direttamente ai vertici di Bruxelles e in una lettera avverte: “L’euro è a rischio e l'unica istituzione che abbia la capacità di assicurare condizioni di stabilità e liquidità è la Banca centrale europea”.

Intanto in Spagna, così come già accaduto in Grecia, si sta assistendo ad una lenta e continua fuga di capitali dal Paese. I cittadini e le imprese chiudono i loro conti in banca e portano i soldi in Germania, in Lussemburgo, in Olanda o anche in Francia.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il