BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu: detrazioni e rate. Calcolo, compilazione F24 e pagamento prima e seconda casa, box, terreni

Tutti ciò che c’è da sapere per il calcolo Imu: tra pochi giorni il primo versamento



“A qualche giorno dalla scadenza per il versamento della prima rata Imu, chiediamo al governo una proroga per il pagamento senza maggiorazioni a carico dei contribuenti:: questa la richiesta della Lega all’esecutivo che “non può restare impassibile di fronte alle code che si sono formate fuori dagli uffici comunali a causa delle complicazioni burocratiche che i professori hanno concepito per il pagamento di questa tassa. Oltre al danno economico, i cittadini sono beffati perché costretti a perdere tempo per capire come e quanto pagare”.

E allora come fare in questi ultimi giorni a pagare la nuova imposta sulla casa?  Per il calcolo dell'importo della tassa, i contribuenti dovranno moltiplicare per 160 la rendita catastale (rivalutata del 5%), applicare l'aliquota di base, che è del 4 per mille sulla prima casa e del 7,6 per mille su tutti gli altri immobili, togliere le detrazioni forfettarie, che sono pari a 200 euro più 50 euro per ogni figlio a carico di età fino a 26 anni.

A dicembre i Comuni potranno decidere le loro variazioni che possono essere il 2 per mille in più o in meno per la prima casa (quindi dal 2 al 6 per mille) e il 3 per mille in più o in meno sugli altri immobili (per i quali l'Imu può variare, dunque, da un minimo dello 0,46% al massimo dell'1,06%).

Considerando i problemi che il calcolo Imu sta creando, i Comuni hanno realizzato software di calcolo che i contribuenti potranno tranquillamente usare per calcolare la tassa da pagare, in molte città i CAF rimarranno aperti anche sabato 16 giugno per aiutare i cittadini a compilare i modelli per il pagamento Imu. Ed anche Poste Italiane ha messo a disposizione la compilazione online del modello F24,  disponibile per tutti, mentre i clienti di BancoPostaOnline e BancoPosta Click possono pagare direttamente online con l’addebito sul conto.

Per pagare l’Imu si può anche scegliere di andare in banca, dove in genere si trova anche il relativo modello F24 o più semplicemente compilare in pochi click il modello già presente con l’aggiornamento Imu dal portale di home banking da cui si effettua il pagamento con addebito su conto.

Ed anche il Codacons ha lanciato in tutta Italia un innovativo servizio telefonico per aiutare i cittadini alle prese con l’Imu. Chi deve calcolare l’importo Imu 2012 potrà farlo semplicemente telefonando al numero 892.007. La prima rata della nuova tassa sulla casa si pagherà con l’acconto il 18 giugno.

Per il saldo del 2012, la scadenza è fissata al 17 dicembre 2012. L'Imu per l'abitazione principale (e pertinenze) si potrà pagare anche in tre rate, di cui il 33% entro il 18 giugno 2012, il 33% entro il 17 settembre 2012 e il saldo con l'eventuale conguaglio si dovrà versare entro il 17 dicembre 2012. Ma si può anche decidere di pagare l’Imu in due rate. La rateizzazione vale però solo per i possessori di prima casa.

Il primo pagamento Imu si effettuerà con l’acconto di giugno che sarà calcolato con le aliquote di base e la detrazione già fissata per la prima abitazione, mentre il saldo sarà versata a dicembre e sarà calcolata in base alle variazioni delle aliquote stabilite dai diversi comuni.

Per quanto riguarda le detrazioni, se, nel caso di una coppia, davvero un coniuge ha dovuto cambiare Comune per lavorare e lì si è comprato un'altra casa, dove in effetti vive, riunendosi al resto della famiglia solo la fine settimana o nelle vacanze, i due coniugi godranno del beneficio su ambedue le residenze/dimore, perché in effetti sono abitazioni principali , che si trovano in due comuni diversi.

Due coniugi, pur restando sposati, possono beneficiare ciascuno dell'intere agevolazione per l'abitazione principale, cioè i 200 euro di detrazione più 50 per ogni figlio convivente fino ai 26 anni, nei casi in cui uno dei due coniugi è proprietario della casa in cui risiede e dimora la famiglia e l'altro si sposta di Comune per ragioni di lavoro , acquistando un'altra casa a lui intestata; o quando uno dei due è pensionato e decide di comprarsi una casa in una località di villeggiatura e viverci effettivamente ma non potendo esibire un contratto di lavoro, in caso di controlli, oltre alla residenza e alle utenze dalle quali emerga un consumo di gas, luce o telefono medio e non occasionale, potrà aprire un conto alla banca locale sul quale far affluire la pensione, avendo cura di effettuare prelievi bancomat e acquisti con carta di credito possibilmente nella zona. Infine, nel caso in cui, invece, l'abitazione principale nella quale risieda la famiglia è posseduta per metà dai due coniugi, quello che si trasferisce perderà la sua quota di detrazione per la casa iniziale ma la conquisterà per quella nuova.

Per pagare la tassa sulla casa si potranno utilizzare i modelli telematici F24 che sono stati aggiornati, sostituendo la dicitura ‘Ici’ con ‘Imu’ e sono stati anche istituiti i codici necessari per il versamento dell'imposta, inclusi gli interessi e le sanzioni in caso di ravvedimento.

Il nuovo modello F24 è disponibile, in versione cartacea presso banche, Poste e agenti della riscossione, mentre in formato elettronico è disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate. In un primo momento, però, l’Imu si potrà anche pagare con bollettino di c/c postale, ma solo dal primo dicembre, quindi unicamente per il saldo. 

Tornando alla compilazione del modello f24, bisognerà indicarvi sulla riga corrispondente la parte dell'imposta dovuta allo stato e quella al comune e si potrà, inoltre, indicare anche immobili posseduti in comuni diversi utilizzando i codici corrispondenti.

Di seguito i codici tributo da segnalare all'atto del pagamento: 3912 imu- imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze, articolo 13, c. 7, d.l. 201/2011, comune; 3913 imu- imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale , comune; 3914: imu- imposta municipale propria per i terreni, comune; 3916 imu- imposta municipale propria per le aree fabbricabili, comune; 3923 imu- imposta municipale propria, interessi da accertamento, comune; 3924 imu- imposta municipale propria, sanzioni da accertamento, comune; 3915 imu- imposta municipale propria per i terreni, stato; 3917 imu- imposta municipale propria per le aree fabbricabili, stato; 3918 imu- imposta municipale propria per gli altri fabbricati, comune; 3919 imu- imposta municipale propria per gli altri fabbricati, stato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il