BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund: stabile, ma sempre alto. Elezioni Grecia e Vertice Ue soluzioni

Risultato elezioni Grecia e vertice Ue per ristabilire l’euro: crescono i timori sul futuro



Si mantiene stabile sulla chiusura di ieri (461,8) lo spread tra Btp e Bund che apre a 460,4 punti, con il rendimento al 6%. Stabile sì ma sempre fermo su alti livelli. Intanto è avvio positivo per l'ultima seduta della settimana di Piazza Affari: l'indice Ftse Mib segna una crescita dell'1,52%, l'Ftse All Share un aumento dell'1,43%.

Tra i titoli principali, il migliore è Fiat, che sale del 2,65% dopo i dati sulle immatricolazioni di maggio. Bene Ubi banca (+2,62%), Bpm (+2,17%) e Monte dei Paschi, che sale dell'1,99%. Solida Generali (+1,92%) e le due banche maggiori: Intesa sale dell'1,91%, Unicredit dell'1,86%.

Aprono in rialzo anche Londra, con l'indice Ftse 100 in aumento dello 0,47%, a 5.492,83 punti, e Parigi, con l'indice Cac 40 in aumento dello 0,80% a 3.056,57 punti. La Borsa di Francoforte in apertura è risultata in crescita, con l'indice Dax in aumento dello 0,68% a 6.180,36 punti.

“In questa fase della crisi sono predominanti le scelte politiche”, secondo il presidente della Bce, Mario Draghi, e fra queste sicuramente l’esito delle elezioni in Grecia, che si terranno domenica 17 giugno, cruciali per definire il futuro dell’eurozona.

Intanto la Bce, ha anche ribadito Draghi, continuerà a garantire liquidità alle banche solventi che ne avessero necessità, mentre ha anche annunciato che gli obiettivi delle aste di finanziamento a lungo termine (Ltro) sono stati ampiamente centrati anche se è ancora troppo presto per valutare il pieno impatto di queste misure straordinarie.

E si attende ora l’appuntamento del prossimo Consiglio europeo, che si terrà 28 e 29 giugno, dove sarà varato un pacchetto credibile per la crescita che dovrebbe far scendere anche lo spread.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il